Il CpA di Pozzallo al centro dell’attenzione

Una sequela di sbarchi che non si arresta, due cadaveri rinvenuti e due arresti effettuati, casi di meningite. E’ questa la realtà quotidiana al centro di prima accoglienza di pozzallo, oggetto d’intervento della senatrice  del Partito Democratico Venerina Padua che ieri ha visitato la struttura. La senatrice si è complimentata per il rapporto sinergico tra le forze dell’ordine poi ha parlato con alcuni degli immigrati i quali hanno espresso la volontà di studiare e formarsi in questa provincia. La senatrice ha garantito che parlerà con il vice ministro dell’Interno, Filippo Bubbico, mettendolo al corrente delle emergenze esistenti in seno alla struttura e della necessità di assicurare una maggiore presenza delle forze dell’ordine per la comunità cittadina e per il sito che ospita il Cps e che siano rispettate le convenzioni, soprattutto  l’aspetto di carattere economico. La Padua tornerà a Pozzallo nei primi giorni di settembre per portare le risposte del Governo nazionale alle istanze che mi sono state avanzate”.  E sulla situazione logistica del Centro di primo soccorso ed assistenza di Pozzallo, il segretario provinciale del SILP per la CGIL, sindacato della polizia, Pluchino fa una riflessione sulla sicurezza e sullo stato igienico sanitario dove sono ospitati i migranti. Una situazione esplosiva al limite della vivibilità, ha commentato.  I problemi ed i rischi della situazione attuale, dentro e fuori dal Centro, sono innegabili: continue liti fra gli ospiti, spesso dovute alla convivenza forzata negli spazi a disposizione, ormai diventati ristrettissimi; scaramucce e tafferugli che, come accaduto, talvolta proseguono all’esterno del CPSA, rischiando di creare un clima di insofferenza nei pozzallesi, anche per i comportamenti quantomeno poco civili di qualche migrante. Pluchino si è detto preoccupato per le condizioni in cui sono costretti a lavorare i poliziotti

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine