“Il dolore non è propaganda”: protesta pacifica a Vittoria contro il Ministro Salvini

12 Agosto 2019 alle ore 10:00, presso Piazza del Popolo di Vittoria, ha preso forma un raduno spontaneo e silenzioso, di persone interessate a lasciare un segno in risposta a una politica urlata, che incita all’odio e irriguardosa del dolore di una comunità ferità.

Il dolore non è propaganda  – Salvini, ennesima visita di cortesia

Il primo momento proposto è un flash mob silenzioso: siamo qui seduti sulle scalinate del teatro, con cartelli contro le mafie, contro le passerelle politiche, in solidarietà alla famiglia D’Antonio, di cordoglio per Alessio e Simone che sono vittime innocenti di mafie, contro la retorica dei decreti sicurezza che non servono a cacciare le mafie, contro la mala amministrazione della città di Vittoria, di denuncia ad un comune sciolto per mafia e propositivi di atteggiamenti per noi essenziali che caratterizzano il servizio in politica.

Il secondo momento raccoglie le persone in un corteo che si sposta verso Palazzo Iacono, questo si muoverà con uno striscione di testa “Il dolore non è propaganda”. Infine, arrivati davanti al Comune, si terrà un’assemblea popolare aperta a tutti, in cui potranno emergere delle proposte alternative e interventi che sottolineano un dissenso condiviso sulla inopportuna scelta del ministro: una visita di cordoglio che diventa un intermezzo tra le tappe sicule della  sua “campagna elettorale”. Segno ennesimo di una dilagante e deleteria mentalità politica che non perde occasione di svolgere una passerella in un frangente di tempo libero, anziché affrontare i problemi della comunità con concretezza.

Vogliamo sottolineare che la Politica ha bisogno di altro: Leggi, gesti e segni importanti, ma nei momenti e luoghi opportuni.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine