“Il mare di Primavera Randello”, Fare Verde ringrazia i partecipanti

Randello bene comune ringrazia. Domenica 22 marzo 2015 i volontari di Fare Verde Vittoria e molti amici, cittadini sensibili ed amanti del proprio territorio, sono stati impegnati ne “Il Mare di Primavera Randello”, una giornata dedicata alla pulizia della spiaggia e alla sensibilizzazione, in un luogo simbolo di bellezza e libertà ma anche protagonista di degrado ed abusi. La spiaggia più bella del nostro territorio, soffocata da quintali di plastica e prodotti della nostra civiltà abbandonati in loco o dispersi attraverso i fiumi, che arrivano con le mareggiate e restituiscono indietro soltanto una piccola quantità di rifiuti, ma la maggior parte resta a mare. Randello è un luogo di inestimabile pregio e merita di essere preservato e tutelato dalle aggressioni della nostra civiltà. Insieme, abbiamo ridato dignità a circa 500 metri di spiaggia, raccogliendo 62 sacchi colmi di ogni tipo di materiale, plastica di tutte le dimensioni, decine di metri di tubi di polietilene, 2 bombole domestiche di gas , tantissimo polistirolo, cicche di sigarette, pezzi di vetro e pece, materiale ospedaliero e scarti di serre.

E’ una necessità evidente, occorre ridurre i rifiuti e proiettarci alla strategia “rifiuti zero” ma è compito di noi cittadini quello di cercare di cambiare abitudini perché oggi abbiamo davvero esagerato, il modello di sviluppo che abbiamo adottato ci ha dimostrato più volte di essere ingestibile e insostenibile. Siamo abituati a gettare via tutto, non comprendendo che non esiste” nessun via”! I rifiuti non scompaiano e i veleni chimici, come i ftalati e il pbc (policlorobifenili), con cui la maggior parte di questi sono prodotti, si disperdono nell’ambiente contaminandolo e sono pericolosi per la nostra salute. E’ solo modificando i nostri consumi e attraverso l’uso di buone pratiche, che possiamo ridurre l’impatto. Ringraziamo tutti gli amici e gli operatori intervenuti, rinnoviamo il nostro impegno e lanciamo il messaggio: cambiare rotta, oggi è assolutamente necessario se vogliamo lasciare un’ultima possibilità alle nuove generazioni, verso una comunità nuova che rispetti la bellezza della natura e trovi nella salvaguardia dell’ambiente le basi per investire sul suo futuro.

Condividi
Nato a Ragusa il 09/07/1985 ma è cresciuto e vive attualmente a Vittoria, dove ha frequentato il liceo classico “Cannizzaro”. In seguito si è iscritto alla facoltà di Filosofia presso l’Università degli Studi di Catania, conseguendo la laurea specialistica nel 2010. Dal 2012 è iscritto all’albo dei pubblicisti dell’Ordine regionale dei giornalisti di Sicilia. Appassionato di sport, in particolar modo di calcio, ha avuto in passato esperienze nel mondo del volontariato, dell’associazionismo e della cooperazione internazionale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine