Il piccolo Lorenzo Tasca sorride e continua a combattere

È felice il piccolo Lorenzo Tasca, 2 anni e mezzo, di Scicli, che si è visto finalmente assegnare la maestra a cui aveva diritto e che finora gli era stata negata. Un’importante battaglia vinta, ma, nonostante la sua tenera età, per Lorenzo non è giunto il momento di deporre le armi: deve ancora continuare a combattere contro la terribile malattia che lo affligge, la Sma1, e lo fa circondato e sostenuto dall’amore di mamma Concetta, di papà Francesco e dei due fratellini.

Lorenzo, che per legge può frequentare la scuola materna, ha dovuto attendere per vedersi assegnare una maestra di sostegno, ma da qualche giorno ha finalmente iniziato il programma e, da quel che risulta, si impegna davvero molto. Sotto la guida della maestra Sonia Abate, infatti, Lorenzo ha già realizzato i suoi primi disegni, che hanno emozionato non poco i genitori. Lui, malgrado la malattia lo imprigioni in un corpicino immobile, ha le idee chiare e riesce a suo modo a comunicarle. Il primo disegno? Per la zia.

“Vedere Lorenzo emozionarsi per la presenza della maestra, che ha avuto uno splendido approccio con lui è impagabile – dice commossa mamma Concetta -. La maestra ha guidato il suo ditino immobile e Lorenzo ha disegnato e colorato un pesciolino e un leone, ed era felicissimo. Ama le canzoncine che gli canta la maestra. Addirittura era dispiaciuto che la lezione fosse finita. Gli sforzi – prosegue Concetta – sono concentrati sulla comunicazione alternativa aumentativa, che presto permetterà al nostro Lorenzo di comunicare attraverso dei simboli. Avrà il suo computerino e sarà molto più facile per lui farsi comprendere e per noi capire. Ce l’abbiamo fatta. E la scuola, la don Milani di Scicli, sta preparando tutto perché Lorenzo possa trascorrere una giornata tra i banchi e conoscere tanti bimbi della sua età”.

A cura di Valentina Raffa

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine