Il Premio “Caponnetto” 2015 a Adriana Musella e ai genitori di Antonino Agostino

Nella splendida città di Pistoia, Adriana Musella ed i genitori di Antonino Agostino, Augusta e Vincenzo, hanno ricevuto il premio Caponnetto 2015 per il proprio impegno continuo nella lotta quotidiana contro la mafia.

Adriana Musella ha dichiarato: “sono molto emozionata nel ricevere questo premio del mio maestro di vita Antonino Caponnetto. Non posso dimenticare che il mio percorso è iniziato a lui che mi ha sempre sostenuto e che ha fondato il coordinamento antimafia Riferimenti – Gerbera Gialla che oggi presiedo”. Il Presidente della Fondazione Caponnetto Salvatore Calleri ha motivato la consegna del premio in questo modo: “Adriana Musella combatte la mafia da sempre e per questo la sosteniamo nel suo impegno quotidiano ed in particolar modo per il suo esposto recentemente presentato all’autorità giudiziaria inerente la gestione dei beni confiscati. Non si può non apprezzare il suo coraggio”.

I coniugi Agostino “sperano di ottenere giustizia per la morte del figlio Antonino. Il premio di oggi è un ulteriore tassello nella ricerca della verità”.

Il Presidente Calleri sosterrà fino in fondo la loro ricerca della verità.

Il Presidente della Fondazione Raggio di Luce Paolo Carrara dice che ancora una volta Pistoia città adottiva di Caponnetto vuole diffondere quei valori di legalità e giustizia di cui il il giudice è stato nostro maestro e di cui le persone premiate rappresentano esempi luminosi.

Il Premio Caponnetto è promosso dalla Fondazione “un raggio di luce” di Pistoia, dalla Fondazione Caponnetto e dal Centro Don Milani di Pistoia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine