Il Ragusa finalmente può “brindare”, gli azzurri passano al “Liotta” e inguaiano il Licata

LICATA – RAGUSA 1 – 3

Reti: al 10’ Vicari, al 46’ e al 70’ Mele, al 87’ Romano.

Primo successo stagionale del Ragusa che al “Dino Liotta” di Licata si aggiudica il derby delle “deluse” e finalmente può respirare aria più salubre dopo le tante vicissitudini societarie e le contestazioni dei tifosi. Oggi la formazione che per la prima volta vedeva seduto in panchina il nuovo tecnico Rughetti, è stata brava a capitalizzare al massimo le occasioni create e la superiorità numera per l’espulsione del difensore centrale agrigentino che entrando da tergo su un avversario in maniera scomposta ha rimediato il rosso diretto dal direttore di gara lasciando la sua squadra in dieci per buona parte del match. Le cose non si erano messe subito bene per il Ragusa che dopo appena 10’ di gioco si ritrova sotto di un gol. A gonfiare la rete iblea ci ha pensato Vicari con un tiro da posizione ideale che non ha lasciato scampo al portiere ragusano. Iozzia e compagni accusano il colpo e non riescono a reagire nonostante la superiorità numerica. Alla mezzora l’episodio già descritto che lascia il Licata in inferiorità numerica. Il pareggio, tuttavia, arriva a inizio ripresa. Il cronometro non ha ancora completato il primo giro, quando Mele trova il varco giusto per trafiggere il portiere licatese da posizione ravvicinata. Al 70’ è ancora Mele a creare scompiglio nelle retrovie gialloblù. Il centrocampista ragusano dopo uno scambio in velocità con un suo compagno di squadra ribalta il risultato mettendo a segno la sua doppietta personale con un tiro molto preciso che non lascia scampo al portiere licatese. A 3’ dal novantesimo Romano mette in cassaforte il primo successo della stagione dal quale il Ragusa dovrà cercare di risollevare il morale e ripartire con la speranza che i guai societari possono essere superati al più presto per ritrovare la serenità giusta per scalare la classifica.

Condividi
sono nato a Modica in un giorno che (purtroppo) coincide con una data storica 11 - 9 -1966. Ho studiato all'Istituto Tecnico Commericiale "Archimede" di Modica. Da sempre ho avuto la passione per lo sport e per il calcio in particolare. Dopo aver giocato a livello giovanile nel Modica calcio dopo un brutto infortunio al ginocchio ha pensato di vivere nel mondo dello sport da una diversa angolazione raccontando agli altri quello che succede nei vari campi e nelle varie manifestazioni sportive riuscendo a trasformare un mio hobby in lavoro. Ha iniziato a lavorare come giornalista agli inizi degli anni 80' (82/83) a Rtm pe rpoi passare a Video Mediterraneo. Tornato a Modica dopo quattro anni a Vignola (Mo) ho ricominciato curando lo sport "minore" a Video Regione per poi passare a VideoUno. Dal 2004 scrivo per il Giornale di Sicilia con belle esperienze nei giornali on line quali Giornale di Ragusa e La Spia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine