Il Tribunale di Modica “riapre”. Accolto ricorso dell’Ordine di Modica

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione Siciliana, con l’ordinanza 60/2014, ha accolto il ricorso in appello, presentato dagli avvocati Antonio Borrometi e Francesco Stornello per conto dell’Ordine degli Avvocati di Modica, volto all’annullamento del Decreto del ministro della Giustizia che aveva disposto il trasferimento presso il Palazzo di Giustizia di Ragusa, di tutti i nuovi procedimenti civili e di tutti i procedimenti penali del presidio di Giustizia modicano e contro l’ordinanza con la quale nel mese di ottobre scorso il TAR Sicilia, sezione di Catania, aveva rigettato la domanda di sospensiva del provvedimento impugnato e, di fatto, chiuso il Tribunale modicano.

In particolare, il C.G.A. ha ritenuto che le ragioni dell’Ordine di Modica siano fondate e per l’effetto ha autorizzato l’utilizzo del Tribunale di Modica, senza i limiti originariamente apposti dal Ministro.

Il ricorso è stato discusso ieri 6 febbraio avanti al Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione Siciliana, e all’udienza sono intervenuti gli avvocati Antonio Borrometi e Francesco Stornello, per l’Ordine di Modica, che hanno insistito per l’accoglimento dell’appello e l’Avvocatura dello Stato per il Ministero di Giustizia e il prof. Salvatore Raimondi per l’Ordine degli Avvocati di Ragusa che , invece, hanno chiesto il rigetto dell’appello.

“Siamo particolarmente soddisfatti della decisione del C.G.A., che ha riconosciuto,  in via cautelare, la fondatezza delle ragioni dell’Ordine di Modica, che ha sempre contestato la legittimità del provvedimento ministeriale impugnato ed al contempo, fedele alla tradizione di strenuo rispetto della legalità che lo contraddistingue, ha sempre confidato e continua a confidare nella giustizia amministrativa”, dicono gli Avvocati Borrometi e Stornello. “È una tappa certamente importante per l’Ordine modicano: ribadiremo avanti al T.A.R. le nostre ragioni, avendo, però, oggi il conforto del massimo organo della Giustizia Amministrativa in Sicilia”, concludono i difensori.

La portata del provvedimento supera l’ambito locale, poiché contestando l’autorità del Ministro della Giustizia a stabilire al posto del Presidente del Tribunale come utilizzare le sedi delle quali dispone l’ufficio giudiziario, di fatto mina il fondamento di tutti i decreti ministeriali che, come avvenuto per Modica, in occasione della soppressione degli uffici giudiziari disposta l’anno scorso hanno autorizzato l’utilizzo temporaneo degli immobili già sedi degli uffici soppressi stabilendo, però, quali procedimenti ivi trattare e quali, invece, trattare presso la sede dell’ufficio accorpante.
Gli Avvocati Antonio Borrometi e Francesco Stornello, insieme con l’Avv. Ignazio Galfo, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Modica, incontreranno la stampa domani mattina, alle ore 10 , presso la sede dell’Ordine degli Avvocati di Modica.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine