Ispica, tenta di uccidere un connazionale: arrestato un rumeno dai Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Ispica nel corso della notte hanno arrestato per tentato omicidio aggravato, V.C., classe 1969, rumeno, residente ad Ispica.L’allarme ai militari dell’Arma era giunto intorno alle 22.30, allorquando una donna aveva visto un uomo riverso a terra in contrada Lanzagallo, a bordo strada, con evidente segno di ferita sull’addome e fuoriuscita ingente di sangue dalla pancia e parte dell’intestino fuori dalla sede naturale. I Carabinieri intervenivano immediatamente sul posto e tentavano di ricostruire la vicenda che poco prima aveva condotto all’aggressione. La vittima del reato, un rumeno classe 1961 residente ad Ispica, era riuscito con flebile filo di voce ad indicare ai militari le generalità dell’aggressore, prima di essere caricato sull’ambulanza del 118 che lo avrebbe trasportato all’ospedale Maggiore di Modica. I Carabinieri in coordinamento con i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno intrapreso serrate ed immediate ricerche tanto da riuscire a fermare l’aggressore nel giro di pochissime ore. L’uomo per dissimulare l’episodio si era già  messo a letto in pigiama, ed ha mostrato sorpresa quando i militari lo hanno preso per i successivi accertamenti. Gli immediati accertamenti consistiti sia in acquisizione di informazioni dalle persone informate sui fatti, nonché dal riconoscimento dell’aggressore da parte della vittima hanno permesso di raccogliere i gravi e precisi indizi a carico del rumeno che è stato tratto in arresto in quasi flagranza del delitto. Il cittadino rumeno accoltellato è stato operato d’urgenza e giudicato guaribile in 30 giorni.All’esito delle formalità, l’uomo, incensurato, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa in attesa di giudizio, a disposizione del P.M. di turno, dott.ssa Monego.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine