La bomba che uccise Daphne Caruana Galizia arrivò da Pozzallo con il catamarano

Come avevamo scritto il primo dicembre del 2019 (LEGGI) la bomba che, purtroppo, ha strappato alla vita Daphne Caruana Galizia arrivò dalla Sicilia. La novità di oggi è che venne portata, usando il catamarano di linea tra le due isole, da Pozzallo a Malta. Lo ha detto ai giudici maltesi Vince Muscat, il pentito che ha ammesso di essere stato uno dei killer assoldati per uccidere la reporter nel 2017, come riporta il Times of Malta.

Secondo quanto riferito da Muscat nelle tre ore testimonianza nell’ambito dell’udienza contro i complici, a portare la bomba a Malta – con altri due ordigni – e’ stato Jamie Vella, anche lui arrestato. Vella e Robert Agius, hanno poi fisicamente fornito la bomba a Muscat e ai fratelli Degiorgio (Alfred e George), spiegando loro il funzionamento e come posizionarla sotto il sedile del guidatore. “Sembrava un ordigno serio”, ha ricordato Muscat, “si poteva capire che veniva dall’estero”.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine