La ragusana Deborah Iurato ad Amici 13 “Per me il canto è uno sfogo, io vivo di musica”

Deborah-Iurato“Avrai, avrai, avrai il tuo tempo per andar lontano, camminerai dimenticando, ti fermerai sognando.” Avrai di Baglioni cantava Deborah Iurato lo scorso settembre al Teatro Tenda di Ragusa e oggi il palco è mutato, ma la grinta è la stessa. Una grinta che l’ha spinta a sognare in grande, a non demordere e ad andare lontano. Lei quel “treno per l’America” lo ha preso, destinazione Cinecittà dove ha affrontato le selezioni per l’accesso alla scuola di Amici e ha visto riconoscere il suo talento.

La notizia è ufficiale da qualche ora, da dopo cioè la messa in onda della prima puntata di sabato 23 novembre che ha riguardato la formazione della classe della 13° edizione. La ragusana sarà concorrente e alunna dello storico programma televisivo condotto da Maria De Filippi che negli ultimi anni si è trasformato in vero trampolino di lancio per alcuni grandi artisti del panorama musicale italiano, come Alessandra Amoroso ed Emma Marrone.

Ventuno anni compiuti lo scorso 21 novembre. Ventuno sembrerebbero pochi se non fosse per la grande maturità di cui sono permeati. Deborah, ragusana, diplomata all’Istituto d’Arte, ai microfoni di Amici si emoziona e ci fa emozionare con la sua semplicità e, in un dietro le quinte, racconta della sua storia familiare, di un padre disoccupato da poco, della sua voglia di contribuire alle spese familiari, di un amore finito tre anni fa perché altrimenti avrebbe dovuto lasciare il canto.

Per Deborah il canto, come lei stessa afferma in più dichiarazioni, è la costante della sua vita: canta da quando aveva cinque anni, e fino ad oggi si era esibita in serate, manifestazioni, matrimoni, eventi, cercando sempre quell’opportunità che le avrebbe permesso di spiccare il volo.

La Iurato non sopporta le persone false e prive di senso umano e la cosa che la fa piangere oggi è il pensiero del futuro. Ma forse quel futuro per lei sarà più roseo di ciò che avrebbe immaginato. E ce lo auguriamo tutti, a partire dalla sua provincia che la sosterrà in maniera particolare durante tutta quest’avventura.

Al sito ufficiale di Amici, Deborah aveva dichiarato “Per me il canto è uno sfogo, io vivo di musica”; adesso saremo noi a gioire della sua voce, della sua musica e a tifare per un’altra giovane che tiene alto il nome della provincia di Ragusa e della Sicilia tutta, legando ancora una volta il nome dell’isola a storie di vita, arte e bellezza.

Condividi

Trenta gli anni compiuti, ma più di venti quelli che segnano la sua passione per la scrittura. Nata a Modica, cresciuta a Rosolini, espatriata per studio, assetata di sapere. Dopo un peregrinare tra Bologna, Bruxelles e Parigi e una laurea in lingue, è tornata in Sicilia per scommettere sul Sud. Freelance per un sito di salute e benessere, cura delle rubriche per un quindicinale siciliano, da poco imprenditrice di una start up sul turismo, e nel cassetto tra bracciali e appunti vari, ha un sogno, un libro. Nell’attesa dell’ispirazione e del parto creativo, segue la moda e le tendenze, si è abilitata all’insegnamento e si dedica al suo quadrupede, un bassotto, che porta il nome di una rivista, Elle, e a una gattina randagia che è più civile di molti uomini, la Ragatta. Fondamentalmente odia le saghe, le seghe mentali e le trilogie. Guarda pochi film perché, vivendo il territorio, si è resa conto che di registi in giro ce ne stanno tanti. Troppi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine