La “rivoluzione” degli abiti da sposa: da H&M lo trovi a meno di 80 euro!

hm abito da sposaTi sposi? Stai cercando un wedding dress alla portata del tuo portafogli e che rientri nel budget del tuo matrimonio? Prova a immaginare un classico abito da sposa, adesso elimina i lustrini e mantieni un semplice e discreto girocollo di strass, sgonfia le maniche e la gonna, aggiungi qualche drappeggio in vita, e voilà, sei pronta per andare all’altare indossando un capo da… 79.95 euro.

Non è uno scherzo ma l’ultima trovata firmata H&M, il colosso svedese del fast fashion che ha da poco annunciato la nascita del suo primo abito da sposa. Appartiene alla collezione Conscious Primavera/ Estate 2014 ed è ovviamente bianco. Non è un abito unico nel suo genere, dato che verrà venduto negli innumerevoli store selezionati dal brand; si tratta piuttosto di un esperimento, un solo modello facilmente adattabile alle esigenze di diversi tipi di donna grazie alla gonna in maglina di seta che scende morbida e restituisce una silhouette sinuosa a tutte. Non è cucito a mano e non vanta materiali ricercati, ma punta su semplicità e raffinatezza declinate in una formula low cost. Un dato, quest’ultimo, non di poca importanza dato che in tempi di crisi sono tanti i giovani che scelgono di rimandare le nozze perché non possono permettersi il lusso di un giorno indimenticabile e costoso come quello del matrimonio.

Considerato che ad oggi le spose e le loro famiglie o, galateo oblige, le suocere, hanno sganciato migliaia di euro per acquistare abiti da sogno poi riposti in scatoloni dentro gli armadi, la proposta H&M scuote il mercato del wedding e equipara il prezzo del capo per eccellenza a quello di un paio di jeans di marca.

Riuscirà la provocazione che viene dal Nord a innestare un cambio di tendenza nel settore ad appannaggio, fino a ieri, quasi ed esclusivamente di grandi stilisti e tessuti pregiati? Spetta alle future spose pronunciare il verdetto, anche se c’è già chi si dice pronta ad acquistarlo pur senza anello di fidanzamento al dito. Ma questi sono dettagli.

 

 

Condividi

Trenta gli anni compiuti, ma più di venti quelli che segnano la sua passione per la scrittura. Nata a Modica, cresciuta a Rosolini, espatriata per studio, assetata di sapere. Dopo un peregrinare tra Bologna, Bruxelles e Parigi e una laurea in lingue, è tornata in Sicilia per scommettere sul Sud. Freelance per un sito di salute e benessere, cura delle rubriche per un quindicinale siciliano, da poco imprenditrice di una start up sul turismo, e nel cassetto tra bracciali e appunti vari, ha un sogno, un libro. Nell’attesa dell’ispirazione e del parto creativo, segue la moda e le tendenze, si è abilitata all’insegnamento e si dedica al suo quadrupede, un bassotto, che porta il nome di una rivista, Elle, e a una gattina randagia che è più civile di molti uomini, la Ragatta. Fondamentalmente odia le saghe, le seghe mentali e le trilogie. Guarda pochi film perché, vivendo il territorio, si è resa conto che di registi in giro ce ne stanno tanti. Troppi.

1 commento

  1. un’altra idea è quella di noleggiarlo…sia per lui (smoking o tight) che per lei 8da Ara’ a Modica in corso regina elena 5 e presso l’atelier Area emme in corso Umberto) per primi abbiamo pensato di cavalcare la Crisi e di regalare a tutti/e un servizio ( anonimo e riservato) capace di contenere i costi mantenendo alto il Sogno…così con i soldi ci si può regalare un magnifico viaggio di nozze

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine