L’acqua a Marina di Modica si può “sprecare” così…

“L’estate è appena finita, ma a Marina di Modica ci sono sempre novità”. Usano l’ironia i residenti della frazione rivierasca del modicano, per segnalare quella che definiscono una “nuova fontana con zampilli”. Una sorta di sorgente perpetua, che altro non fa, oltre a consumare litri di acqua ogni ora, di ogni giorno. Alla faccia della “spending review”. “Nella piazzetta di via Magellano, chi frequenta Marina di Modica in questo periodo, può ammirare una nuova fontana che zampilla acqua al centro della strada. Lo spettacolo è anche dato dalla lunga scia d’acqua – denunciano -, che scende a fiumi fino alla via degli Ammiragli”. Ecco che, oltre alla denuncia, si coglie l’indignazione. “Ci dicono che siamo indifferenti agli sprechi. Abbiamo segnalato più volte il guasto, ma non interviene nessuno”. Addirittura c’è chi, per andare a seguire la Santa Messa in chiesa, deve modificare il proprio tragitto, per non arrivare a casa con i piedi “zuppi” d’acqua. “Ci rivolgiamo al sindaco ed agli amministratori, come dobbiamo fare per risolvere il problema?”. I residenti fanno riferimento ai tanti impegni assunti – da tutti – in campagna elettorale. “Durante l’ultima tornata amministrativa, tutti i candidati cercavano di farsi promotori delle nostre esigenze. Adesso – dichiarano – siamo nuovamente con i problemi di sempre e non ci viene dato nemmeno ascolto”. Il problema, a maggior ragione, si amplifica dato lo spreco del prezioso liquido. “Sono questioni di pubblica utilità. La perdita dell’acqua potabile dovrebbe essere immediatamente bloccata, soprattutto perché insiste in strade pubbliche. Il 22 settembre, alcuni di noi, hanno richiamato per l’ennesima volta il comune e ci è stato risposto che il problema fosse risolto. Oltre al danno – riferiscono -, pure la beffa”. I residenti concludono la denuncia, con amara ironia. “Alla luce di ciò, allora siamo noi che vediamo qualcosa che non esiste? A chi dobbiamo rivolgerci? Dobbiamo, forse, sperare in un miracolo?”.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine