L’amore al di là della vita e quelle parole che fanno raggelare il sangue

Un Uomo che scrive alla sua amata moglie una lettera da brividi. Sapeva che, facendo il proprio dovere, sarebbe stato ucciso. Eppure andò avanti.

Sono le parole che, l’avvocato Giorgio Ambrosoli, scrisse alla sua amata moglie Anna poco tempo prima di essere ucciso.

Penso che, il miglior modo per ricordarlo nel giorno della sua uccisione (11 luglio 1979), sia condividere queste parole. Affinchè sia chiaro a tutti chi fosse Giorgio Ambrosoli. Un uomo che non “se l’è cercata”, bensì un esempio di quotidiano impegno, senza cedere mai ai ricatti.

L’avvocato Ambrosoli lasciò la sua amata moglie e tre piccolissimi figli, Umberto, Filippo e Francesca.


Anna carissima,

(…) è indubbio che, in ogni caso, pagherò a molto caro prezzo l’incarico: lo sapevo prima di accettarlo e quindi non mi lamento affatto perché per me è stata un’occasione unica di fare qualcosa per il paese. Qualunque cosa succeda, comunque, tu sai che cosa devi fare e sono certo saprai fare benissimo.

Dovrai tu allevare i ragazzi e crescerli nel rispetto di quei valori nei quali noi abbiamo creduto [… ]. Abbiano coscienza dei loro doveri verso se stessi, verso la famiglia nel senso trascendente che io ho, verso il paese, si chiami Italia o si chiami Europa.

Riuscirai benissimo, ne sono certo, perché sei molto brava e perché i ragazzi sono uno meglio dell’altro. Sarà per te una vita dura, ma sei una ragazza talmente brava che te la caverai sempre e farai come sempre il tuo dovere costi quello che costi […]

Giorgio.

(Foto: Corriere della Sera)

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine