L’amore a Modica in un “Teatro da incanto”. Il logo sulla coca-cola?

modicainlove“Modica in love”, un progetto che, nelle intenzioni, si prefigge di richiamare tantissimi turisti a Modica, nella splendida cornice del Teatro Garibaldi. È questo l’auspicio prospettato ieri mattina, in un incontro con la stampa, al quale hanno partecipato la nuova soprintendente della Fondazione Teatro Garibaldi, Simona Celi, il sindaco Ignazio Abbate, l’attore Giancarlo Zanetti e l’esperto di marketing, Daniele Cilia. “Il nostro Garibaldi merita di essere ai livelli dei più bei teatri italiani, perché non ha niente da invidiare. Stiamo lavorando, mettendo tutta la nostra passione – dichiara Simona Celi -, senza risparmiarci un attimo e soltanto, mi preme dirlo, per amore di questa città e della cultura. Infatti, come è noto, il mio incarico, così come quello degli altri esperti, è a titolo assolutamente gratuito”. Ecco che la scelta di passare dalla sacralità del luogo di cultura, alla sacralità del matrimonio – seppur con rito civile -, rappresenta un passo molto breve. “La solennità del matrimonio sarà salvaguardata, così come l’assoluto rispetto dei luoghi. A chi dichiara che è un oltraggio celebrare matrimoni all’interno del Garibaldi – sottolinea la soprintendente -, rispondo: è un oltraggio celebrare matrimoni nelle chiese barocche, splendidi luoghi sacri e di cultura?”. La soprintendente “neo sposina”, sabato scorso, con il famoso attore Zanetti, racconta come ha vissuto l’ingresso da sposa, al Garibaldi. COnf. Stampa Modica in Love - 27-9-'13 (1)“Quando sono entrata a Teatro, mi è parso un luogo incantato, da fiaba. Un’atmosfera ottocentesca e da Gattopardo. Mi sono sentita – dichiara con aria rapita – Angelica che sposava il suo Tancredi”. La soprintendente sottolinea come, fra le altre cose, i matrimoni che si svolgeranno al Garibaldi, potranno dare nuova linfa alle casse del comune. “Già abbiamo un primo affitto, un importante regista inglese della BBC, si sposerà con la sua amata il 6 settembre del 2014, proprio in Teatro”. Simona Celi tende a spiegare anche le accuse mosse dall’ex soprintendente Giorgio Pace. “Spesso nascono dal livore politico, una sorta di lutto non elaborato. Noi gestiremo la Fondazione in altro modo, con bilanci assolutamente limpidi e pubblicati sul sito del Teatro. Chi ci ha preceduto non lo ha fatto, ad esempio si pagavano somme per un’assicurazione che non è mai stata stipulata. Anzi, spero che non accada – dichiara Simona Celi -, ma chi ha pagato le famose 1200 euro, potrebbe chiedere il rimborso al comune”. A spiegare la scelta della campagna pubblicitaria, è l’esperto Daniele Cilia. “Modica in love rientra nella più complessiva operazione di marketing per la nostra città. Tutte le più importanti realtà turistiche – sottolinea Cilia -, hanno un loro brand e dei loro gadget. Tenteremo, ad esempio, di inserire nel packging della “Coca-cola”, il logo “Modica in Love”. Noi stiamo tentando di far ciò, per esportare Modica nel mondo”. In conclusione è il primo cittadino, Ignazio Abbate, a plaudere a quella che reputa “una squadra vincente”. “Io, Simona, Daniele e tutti i collaboratori, passando per i dipendenti, stiamo lavorando per smontare un giocattolo creato da chi ci ha preceduto negli anni e costruirne un altro, davvero funzionante. Insomma stiamo mantenendo ogni promessa. Infatti – conclude – mi domando cosa faremo dopo due anni, cioè dopo aver realizzato tutto quello che avevamo annunciato”. È stato anche annunciato che la Fondazione gestirà anche due luoghi di grande importanza culturale, come l’Auditorium “Pietro Floridia” e la ex caserma dei carabinieri.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine