Le ditte di Vincenzo Guglielmino colpite da interdittiva antimafia: a Vittoria si procederà alla sostituzione

Interdittiva antimafia per la“E.F. Servizi Ecologici Srl”.

A seguito delle nostre inchieste (LEGGI QUELLA SU SIRACUSALEGGI QUELLA SU VITTORIA) la Prefettura di Catania ha disposto l’interdittiva antimafia nei confronti delle ditte in cui è coinvolto Vincenzo Guglielmino.

Adesso la speranza è che la nuova ditta possa fare la cernita fra i tanti pregiudicati assunti in questi ultimi anni: da un lato quelli che hanno diritto a reintegrarsi non delinquendo più, dall’altro persone come Francesco Rico Giliberto che, citati dai collaboratori di Giustizia per il proprio presente criminale (LEGGI ARTICOLO), ovviamente, speriamo possano stare a casa in favore di chi ha veramente bisogno di lavorare.

LA NOTA DEL SINDACO DI VITTORIA

“Avevamo visto bene – ha dichiarato il sindaco – e le nostre preoccupazioni, che hanno comportato le richieste di chiarimento alle Prefetture di Catania e Ragusa, erano fondate. Infatti con provvedimento del 4 luglio e con riferimento alla nostra richiesta del 27 giugno l’azienda Ef che svolge servizio di raccolta differenziata in città è stata colpita da informativa interdittiva antimafia.

La nostra amministrazione opera quotidianamente in sinergia con le Istituzioni e nel caso della azienda Ef abbiamo con immediatezza chiesto, già dal 30 maggio, informative specifiche alla Prefettura e abbiamo atteso con fiducia e serenità i riscontri che ci sono stati forniti ed infatti la ripetizione dei servizi analoghi era stata affidata solamente in via provvisoria e sotto riserva di legge.

Ho richiesto agli uffici di procedere con tutti gli atti consequenziali e  di attivarsi con urgenza per la sostituzione della ditta.  Ho dato mandato agli uffici di emanare un avviso pubblico al fine di  individuare una azienda in grado di svolgere il servizio porta a porta spinto e dotata di una organizzazione tale da poter servire una città di oltre 60mila abitanti come la nostra. oggi stesso abbiamo altresì  inviato  una relazione alle Prefetture di Catania e Ragusa utile ai fini di un eventuale provvedimento sostitutivo e commissariale di cui al comma 10 art.32 legge 114/14 da parte del Prefetto.

Questa amministrazione combatte quotidianamente qualsiasi, anche minima, possibilità di infiltrazioni mafiose e l’abbiamo dimostrato con i fatti: dal nuovo regolamento del Mercato, al nuovo sistema di accesso alla struttura di Fanello, al parere negativo avverso l’apertura di un centro commerciale cinese (vicenda poco chiara), alla richiesta di intervento della prefettura per la Ef, alle nostre denunce sull’agromafia e alle battaglie quotidiane portate avanti. Vittoria deve rimanere città della legalità a tutti i costi e siamo sempre stati vigili su ogni procedimento amministrativo.  In ogni caso la grande battaglia ambientale proseguirà e il servizio di raccolta differenziata porta a porta continuerà regolarmente. Continueremo a tirare dritto lungo la strada della legalità e del buon governo poiché interessi o appetiti criminali non potranno né mai dovranno albergare a Vittoria.

LA NOTA DI ARTICOLO UNO

Il Movimento Politico “Articolo Uno” di Vittoria ha proposto la raccolta in house (LEGGI).

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine