Le Donne non sono inferiori: la Lega di Serie A sta mortificando l’Italia

Una sola parola: vergogna!
Sull’altare dei soldi, la Lega Serie A sta mortificando la nostra Cultura ed il nostro rispetto per le donne, che non sono inferiori a nessuno. E non lo sono, certamente, nei confronti degli uomini.
Se in Arabia Saudita non lo accettano, sono affari loro, ma non è ipotizzabile che due squadre di calcio italiane possano accettare tutto ciò.
Nel comunicato della Lega di Serie A si legge:
“i settori indicati come ‘singles’ sono riservati agli uomini, i settori indicati come ‘families’ sono misti per uomini e donne”.
E se non bastasse, voglio ricordare che l’Arabia Saudita è il Paese del Consolato in cui è stato ucciso, anzi trucidato, il giornalista Khashoggi.
Ma un senso della Costituzione, dei diritti umani e di decenza lo abbiamo o possiamo sacrificare tutto sull’altare dei soldi?
Se la Lega di Serie A non interviene, se le squadre di Juventus e Milan non intervengono, lo faccia il nostro Governo.
Poniamo fine a questa vergogna, il nostro Paese ha una storia di diritti costruiti con il sangue e con i morti.
E grazie a Vittorio Di Trapani che, per primo, ha urlato a squarcia gola questa indecenza.
Sono in prima persona, e come Presidente di Articolo 21, disgustato da ciò che sta accadendo. Grazie a Beppe Giulietti che, ancora una volta, si è schierato come presidente della Fnsi e sta avviando una mobilitazione civile.
La Costituzione italiana del 1948 afferma il principio dell’uguaglianza giuridica di tutti i cittadini, «senza distinzioni di sesso, di razza, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali» (articolo 3).
Facciamo squadra, non possiamo rimanere in silenzio.
L’indifferenza ci rende complici.

LE DONNE NON SONO INFERIORI: LA LEGA DI SERIE A STA SVENDENDO LA DIGNITA' DELL'ITALIAUna sola parola: vergogna!Sull'…

Pubblicato da Paolo Borrometi su Giovedì 3 gennaio 2019

Condividi

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico “Tommaso Campailla” di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo.
“Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: “Passaggio a Sud Est”. Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l’Agenzia Giornalistica “AGI” ed altre testate giornalistiche”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine