Li hanno presi per pazzi dopo la morte del figlio: i Genitori di Attilio Manca avevano ragione

Li hanno presi per pazzi, insultati, delegittimati dopo il dolore più grande: perdere un figlio. Oggi la Famiglia Manca vede, finalmente, la luce sulla strada della Giustizia, quella vera.Attilio Manca. Basta questo nome per far tremare le vene ai polsi a tanti fra delinquenti e depistatori.

La sentenza di oggi è storica: non ci fu nessuna cessione di droga. Attilio Manca, brillante urologo, non era drogato.

I suoi familiari lo hanno sempre detto: “Attilio non si drogava ed è stato ucciso”.

Nessuno si scuserà con l’anima del povero Attilio Manca, con il fratello Gianluca, con i genitori. Ma non mi impediranno di ricordare lo “schifo” che hanno tirato addosso a questa famiglia.

Provate a mettervi nei panni della madre, la signora Angela. Aveva appena perso un figlio e, quando iniziò a chiedere la verità per suo figlio, le iniziarono a dire che fosse pazza.

Disgusto. Lo stesso che provai quando appresi, e poi pubblicai su Agi, che ci fosse una regia per trasformare il processo in una “farsa”. Il tassello di oggi è fondamentale. Arriveremo alla verità completa.

Verità per Attilio Manca. Verità per un cittadino italiano. Verità per ognuno di noi.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine