Mafia: 42 anni fa ucciso il capitano Basile, Palermo lo ricorda

Sono passati 42 anni dall’omicidio del capitano die carabinieri Emanuele Basile, assassinato dalla Mafia il 4 maggio 1980 a Monreale, durante la festa del santo patrono. Aveva in braccio la figlia di pochi anni. Si era impegnato in indagini sulla Mafia della zona, soprattutto attraverso accertamenti bancari. Gli rende omaggio il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando: “Un giorno di ricordo e soprattutto di memoria che vuol dire impegno. Impegno a non dimenticare quanti hanno combattuto con coraggio contro la criminalita’ organizzata fino al sacrificio estremo della propria vita. Ai tanti uomini e donne delle forze dell’ordine che hanno dato un contributo fondamentale al cambiamento culturale di Palermo. Di Emanuele Basile ci resta questa grande eredita’: il suo rimane un esempio di vita, di visione e di cultura che dobbiamo difendere affinche’ la Mafia non torni piu’ a governare la nostra citta’”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine