Mafia a Vittoria: in appello, oltre 43 anni di carcere per esponenti del clan Carbonaro-Dominante

Un arsenale di armi nella disponibilità del clan. La Corte d’Appello di Catania, prima sezione, ha nella sostanza confermato l’impianto accusatorio che ha portato alle condanne in primo grado di Marco Di Martino, Jerry Ventura e Angelo detto ‘Elvis Ventura’ rideterminando le pene, per la continuazione con altre due sentenze di condanna come richiesto dai difensori, gli avvocati Giuseppe Di Stefano e Salvatore Citrella, per Jerry ed Elvis Ventura. Pena confermata a 13 anni di carcere per Marco Di Martino; con la rideterminazione per il vincolo della continuità, Jerry Ventura da 14 anni del primo grado passa a 14 anni, 10 mesi e 20 giorni mentre per Elvis Ventura, anch’egli in primo grado condannato a 14 anni, la pena viene rideterminata in 14 anni e 10 mesi. La storia processuale aveva avuto origine dalla operazione “Reset”, messa in atto dalla Polizia di Stato – Squadra Mobile di Ragusa e commissariato di Vittoria – con il coordinamento della Procura distrettuale antimafia di Catania, a marzo del 2016; qualche mese prima era stato effettuato un ingente sequestro di armi a Vittoria. I tre vennero condannati in primo grado per associazione mafiosa, 416 bis. In un ripostiglio sul terrazzo della casa abitata da Marco Di Martino, perquisita a seguito di notizie circostanziate riferite da collaboratori di giustizia, venne rinvenuto un gran numero di armi: cinque fucili dotati di congegni di puntamento ottico per tiro di precisione, tre pistole, una penna-pistola, un giubbotto antiproiettile, materiale per fabbricare esplosivi, polvere da sparo, una pressa per il confezionamento di cartucce e un migliaio di munizioni. Alcune delle armi avevano la matricola abrasa. Secondo la ricostruzione della Procura le armi sarebbero state nella piena disponibilità del “clan” e in particolare dei tre soggetti condannati che avrebbero fatto parte di una associazione di stampo mafioso, legata alla “Stidda”, che faceva riferimento al clan “Dominante-Carbonaro”.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine