Mafia, arrestato il cognato del boss “Pompiere”: in galera Simone Mansueto

Arrestato a Palermo il cognato del boss Giovanni Niosi detto “Il Pompiere”, il reggente 64enne del mandamento mafioso di Resuttana in carcere da dicembre 2017.

Simone Mansueto, 56 anni, e’ finito in manette dopo che i carabinieri hanno trovato nella sua officina una pistola a tamburo Sfare Gtv, 84 proiettili, un bossolo calibro 44 magnum e due fondine. L’accusa nei suoi confronti e’ di detenzione illegale di armi e munizioni.

Sara’ il Ris ad accertare se la pistola sia stato utilizzata per compiere delitti. I carabinieri hanno sequestrato anche 10 proiettili calibro 22, con punta camiciata; 33 proiettili calibro 22, con punta in piombo dolce; 22 proiettili calibro 44 magnum, con punta cava in piombo dolce; 30 proiettili calibro 44 magnum, con punta in doppio strato.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine