Mafia, arrestato il latitante Michele Chianchino. Il “covo” a casa del fratello

I carabinieri a Siracusa hanno arrestato Michele Cianchino, 36 enne, siracusano, accusato di fare parte del clan “Bottaro-Attanasio”. Cianchino, irreperibile da settembre scorso, è stato condannato a 5 anni per estorsione aggravata dall’agevolazione al clan mafioso di appartenenza. È stato ritrovato all’interno di un’abitazione di via Principato di Monaco a Siracusa di proprietà del fratello.

I militari hanno fatto irruzione ieri sera e Cianchino non è riuscito a raggiungere un covo ricavato dietro un armadio della cucina raggiungibile attraverso un piccolo accesso con una doppia porta. All’interno del nascondiglio trovata una pistola a salve tipo beretta mod. 92, e cartucce cal. 9. Arrestati per favoreggiamento personale anche due conviventi incensurati Roberto Formica , 50enne, siracusano e Maria Campanile, 45enne, siracusana, entrambi domiciliati nella stessa abitazione di via Principato di Monaco.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine