Mafia, “Finirai come Antoci”: minacce di morte nell’ennese. Antoci: “Non ci fermeranno”

Mafia: “Finirai come Antoci”, minacce di morte nell’Ennese

“Finira’ come Antoci”.

Una scritta con vernice rossa e’ comparsa sul muro del mattatoio di Troina, in provincia di Enna. Minacce esplicite contro il presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, scampato mesi fa a un agguato di mafia, e contro il presidente del consorzio che gestisce il mattatoio, Santo Pappalardo. Indagano le forze dell’ordine.

Mafia: Antoci, non ci fermano delle scritte sui muri

“Se pensano di intimidire me o qualche altra persona con scritte sui muri, si sbagliano di grosso. Andiamo avanti nella nostra battaglia contro l’illegalità”.

Lo afferma all’AGI il presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci che poi spiega: “forse ciò che ho detto alla Leopolda contro la mafia dei terreni e sui crimini ambientali hanno dato fastidio a qualcuno, ma non hanno capito che non ci fermeranno”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine