Mafia: in Commissione Antimafia a Roma trattato il rischio attentati a pm di Palermo

Le dichiarazioni di Vito Galatolo e il rischio di attentati ai danni di magistrati della Procura di Palermo.

Questo il tema affrontato oggi in commissione parlamentare Antimafia, con le audizioni del procuratore facente funzioni di Palermo, Leonardo Agueci, l’aggiunto Vittorio Teresi e i pm Nino Di Matteo e Francesca Mazzocco. Le audizioni sono state secretate.

“Da parte della commissione vi e’ un interesse molto forte per le indagini che facciamo – ha detto Agueci – non solo sulla trattativa, ma anche sulle inchieste attuali, vi e’ un incremento di attenzione, dopo le dichiarazioni di Vito Galatolo, su attuali scenari stragisti molto importanti. La commissione ha voluto essere informata sugli sviluppi investigativi”.

Agueci inoltre, lasciando palazzo San Macuto, ha voluto sottolineare la “volonta’ della commissione di approfondire gli aspetti del 41 bis, uno strumento fondamentale se funziona correttamente”.

“La riunione di ieri e’ stata importante perche’ sono state varate in concreto misure che dovrebbero rimediare alle situazioni critiche segnalate nella gestione del palazzo di giustizia di Palermo”. Lo ha detto il procuratore facente funzioni di Palermo, Leonardo Agueci, al termine dell’audizione in commissione parlamentare Antimafia, sulla riunione avvenuta ieri al ministero della Giustizia per mettere a punto misure di sicurezza per l’ufficio giudiziario siciliano. 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine