Mafie, il 21 a Foggia ‘cuore’ Giornata memoria vittime innocenti

Sara’ Foggia il ‘cuore’, mercoledi’ 21 marzo, della XXIII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, iniziativa promossa da Libera e Avviso Pubblico, in collaborazione con la Rai-Responsabilita’ Sociale, e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. La Giornata della Memoria e dell’Impegno e’ oggi riconosciuta per legge e rinnova in nome di quelle vittime l’impegno nella lotta alla criminalita’ organizzata e alla corruzione. “Terra, solchi di verita’ e giustizia” e’ il tema che accompagnera’ il 21 marzo, durante il quale i familiari di vittime innocenti delle mafie saranno presenti a Foggia e nei tanti luoghi dove si svolgera’ la manifestazione. Infatti, oltre che nel capoluogo dauno la speciale Giornata sara’ vissuta in contemporanea in migliaia di localita’ in Italia, Europa e America Latina. In Italia si andra’ da Saluzzo (Cuneo) ad Alghero (Sassari), da Roma a Catania, passando per Mantova, Sarzana (Pisa), Parma, Scafati (Salerno), Vibo Valentia. Iniziative in ricordo delle vittime innocenti delle mafie anche in America Latina: a Citta’ del Messico, Bogota’, Buenos Aires, Salvador del Bahia, Citta’ del Guatemala, Maracaibo, La Paz. In Europa appuntamento a Parigi, Marsiglia, Bruxelles Ginevra, Tenerife, Strasburgo, La Valletta, Zurigo, Copenaghen. In questi luoghi saranno letti gli oltre 970 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perche’ hanno compiuto il loro dovere.

Per don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera, c’e’ bisogno di “una memoria viva, una memoria che si traduca in impegno e in responsabilita’. Accanto a chi muore ‘fuori’ non possiamo dimenticare coloro che muoiono ‘dentro’. Sta a noi non lasciarli soli, perche’ non diventino vittime a loro volta della nostra indifferenza e rassegnazione”. Don Ciotti sottolinea in vista di questa Giornata che l’Italia “e’ in emergenza “civilta’”, e’ necessario un impegno collettivo per uscire dall’io e organizzare il noi. Un impegno che guarda al futuro, che vuole costruire speranza, una speranza che va tradotta e declinata nella vita concreta. Dobbiamo ribellarci, non ci rassegniamo alla violenza, alla corruzione, alle droghe,alla poverta’. Il nostro Paese ha bisogno dell’opera quotidiana di cittadini responsabili capaci di tradurre la domanda di cambiamento in forza di cambiamento. Per questo saremo a Foggia e nel resto d’Italia anche per incoraggiare un Paese che resiste, fatta di gente perbene che nelle associazioni, nelle cooperative, nelle realta’ laiche e religiose, o anche semplicemente assumendosi le proprie responsabilita’ di cittadino, s’impegna per il bene della sua terra e dell’intero Paese”.
La manifestazione a Foggia prendera’ il via alle ore 9.00 da Piazza Cesare Battisti, il corteo attraversera’ le vie cittadine, per concludersi in Piazza Cavour. Libera ha scelto di tornare in Puglia – nel 2008 a Bari, nel 2000 a Casarano – per denunciare – dice Libera – “la potenza e la ferocia di una mafia emergente ma colpevolmente sottovalutata, responsabile in questi anni di tanti omicidi il piu’ delle volte impuniti a carico anche di innocenti. Una mafia, quella foggiana, cosi’ invasiva da spaventare. Le mafie foggiane sparano mentre le altre mafie non sparano piu’. Le mafie foggiane, tutte le mafie foggiane, mantengono la loro evidenza violenta laddove le altre impongono il silenzio. Saremo a Foggia e in migliaia di luoghi d’Italia per risvegliare le coscienze, a cominciare dalle nostre, per ribadire che quando c’e’ di mezzo la giustizia e la verita’ le scelte non ammettono chiaroscuri, margini di ambiguita’”.
Ma gia’ domani la Puglia con Bari sara’ protagonista: nel pomeriggio presso la Fiera del Levante si svolgera’ l’Assemblea dei familiari delle vittime innocenti delle vittime delle mafie provenienti da tutta Italia, mentre alle 19.00 si svolgera’ la Veglia di riflessione, silenzio e preghiera presso la Cattedrale di San Sabino in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine