Manutenzioni a Modica. Il sindaco verifica di persona

Il sindaco di Modica Ignazio Abbate e l’assessore alla Viabilità, Pietro Lorefice, sono impegnati in questi giorni in diversi sopralluoghi per verificare lo stato delle manutenzioni in atto ed in diverse arterie della città. “Si sta procedendo – dichiarano i responsabili dell’ufficio Manutenzioni -, al rifacimento di un tratto molto sconnesso, di circa 350 metri, nella Modica Sorda ed entro domani si dovrebbe procedere alla posa in opera dell’asfalto da parte dell’impresa “Cavallaro” di Catania”. La stessa impresa che ha già eseguito interventi di manutenzione stradale nella Via Fosso Tantillo – Pirato – Quartarella per circa 1500 metri, adoperando ottanta tonnellate di asfalto, con la sistemazione di piccoli tratti molto pericolosi per la viabilità. “Stiamo valutando personalmente, attraverso i sopralluoghi – commentano il sindaco Abbate e l’assessore Lorefice -, l’avanzamento dei lavori di manutenzione. Da subito, appena dopo il nostro insediamento, abbiamo puntato sulle manutenzioni, un settore a cui teniamo moltissimo, considerato che le risorse della comunità devono rendere i migliori servizi”. Per gli amministratori, un contatto diretto con i cittadini che segnalano le diverse criticità. “Stiamo operando delle ricognizioni sul territorio per verificare – concludono -, attraverso le segnalazioni dei cittadini, le priorità che emergono, affinché possano diventare progetti da finanziare per il prossimo anno, atteso che le risorse sono disponibili”. Ultimo sopralluogo effettuato dal primo cittadino e dal suo fiduciario alle Manutenzioni, la vanella provinciale Modica Scicli. Proprio in quest’area, i tecnici dell’ente hanno preso visione del sito per i rilievi utili alla progettazione della rete fognaria, che interessa numerosi nuclei familiari residenti. Intanto su internet, la grande “piazza” di commenti e segnalazioni, vengono indicate le criticità maggiori in città. “Si stanno sistemando tutte o quasi le strade, stradine e viuzze ma la Via Resistenza Partigiana, centralissima e di grande importanza – dichiara Salvo – è ancora dimenticata, con fossi, voragini, tombini che ormai spuntano dal manto stradale di almeno dieci centimetri”. Un altro cittadino apprezza l’operato: “Piano piano si sta dando una sistemata a tutto ciò che è necessario. La via Nazionale era pietosissima, molto più di tutta via Resistenza Partigiana. Infondo il sindaco c’è solo da qualche mese”.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine