Menù del giorno: Area di 17 metri e romanisti alla rosicona

è stata la domenica della super sfida in testa alla classifica, l’unica forse degna di una ribalta internazionale, è stata la domenica della polemiche, della sudditanza dei calci di rigore e delle interviste al veleno. ah, è stata anche la domenica in cui speravo avessero cacciato mazzarri, ma non è andata così. 

#sieben della sesta giornata.

 

– al primo posto nella speciale classifica della settimana certamente l’arbitraggio di Rocchi. Juve e Roma come era prevedibile se le danno di santa ragione, ma l’arbitro fiorentino si lascia travolgere dal ritmo incalzante, è evidente che nel calcio italiano non ci siamo più abituati, e inizia una serie impressionante di decisioni tanto sbagliate quanto insicure, che forse come ci insegnavano nelle sezioni dell’Aia è anche peggio di sbagliare. Sta di fatto che svalvola totalmente il primo tempo, non aiutato per niente dai 22 in campo, si riprende nel secondo quando infatti i ritmi sono più blandi, fino però all’inopinabile beffa del gol in fuorigioco, che regala la vittoria nella partitissima alla Juve, e strascichi al campionato come non se ne vedevano da anni, dal bar sport al parlamento. Nella mia vita precedente, quella di studente e di arbitro di provincia, mi trovai una volta in una partita di calcio fra sezioni contro il giovane promettente arbitro Rocchi. ricordo di aver affondato un tackle un po’ ruvido e fuori-tempo, e di essere stato travolto dai suoi e dai mie compagni, perché così rischiavo di compromettere l’incolumità di quello che poteva diventare uno dei migliori arbitri italiani. Avessi avuto qualche chilo di più tutto questo non sarebbe successo? #dubbidelgiornodopo

– Vidal, protagonista dell’azione incriminata di fuorigioco nel gol del 3 a 2, si concede ad una notte brava per festeggiare. Scoperto e ripreso da più parti rischia una multa aziendale e di essere riaccompagnato dai genitori #sobrietà

– le interviste del dopo partita così infuocate come non si vedeva dai tempi di Mourinho, che difatti Rudy Garcia rispolvera in occasione del faccia a faccia con Mauro e la D’Amico (che da quando è sua signora Buffon non riesce più ad essere laziale come un tempo) quando ci ricorda delle famose aree da rigore di 17 metri, o Totti che addirittura profetizza un campionato a parte per i bianconeri  #amarcord

– siccome è stata la giornata dei calci di rigore inventati, scriviamo nel registro anche quello che ha privato la vittoria ed il secondo posto all’Udinese, beffata proprio alo scadere da uno scivolone dell’attaccante che simula e da uno figurato dell’arbitro che ci casca #defraudati

– tra le cose più positive della settimana, le belle vittorie di Sampdoria, Fiorentina  e Napoli tutte diverse fra loro ma importanti assai. Straordinario il gol di Babacar contro l’Inter una botta ad incrociare sotto il sette da copertina; si sblocca finalmente invece Insigne addirittura in lacrime dopo il gol al Torino e dopo i fischi che il San Paolo gli riservava; mostra una continuità promettente il giovane Gabbiadini nella Samp, dopo il gol nel derby ripetersi è stato un passo importante di crescita. #tresonolecosebelle

– inopinatamente ancora al suo posto Mazzarri, nonostante le 4 pappine interne dal Cagliari e le tre in trasferta a Firenze. 4 e 3 … #sieben

– la cosa più bella della giornata però rimane il colpo di tacco dell’eterno Maccarone, ancora schierato nell’avanti dell’Empoli più o meno da un ventennio ad intervalli regolari, si regala una prodezza degna del nome Big-Mac che lo aveva addirittura fatto sbarcare in Inghilterra, in una vita diversa quando ancora il fantacalcio si faceva col quadernone sotto il banco e i voti si copiavano dalla rosa di nascosto dalla prof di italiano #unavitaccia

 

Condividi
Vivo a sudditunisi, dopo aver girato l'Italia per un po'. Sono zio di una regina degli elfi, tifo l'Inter dai tempi in cui perdevamo sempre, ma eravamo invincibili. Voto il Pd quasi per lo stesso motivo. Scrivo di pallone, ma ho un libro nel cassetto dal titolo goloso. Alè.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine