Modica calcio in pieno caos: Si dimette il presidente Bellia, trasferta di Acireale a serio “rischio”

Modica – Tanto tuonò che piovve. Mai proverbio è più attinente alla situazione meteorologica (ma a Febbraio è quasi normale), ma soprattutto per il Modica calcio.

Nella tarda serata di ieri, infatti, con un comunicato ufficiale il presidente Pietro Bellia (nella foto in mezzo ai tigrotti) e buona parte del suo staff dirigenziale ha rassegnato le dimissioni e la trasferta di oggi al “Tupparello” di Acireale è a rischio.

Alla base della drastica decisione del massimo esponente del sodalizio rossoblù pare essere la diatriba con l’Amministrazione Comunale che secondo quanto riporta in calce il comunicato delle 0, 10 di stanotte inviato alle testate giornalistiche, che (sempre secondo quanto scritto dalla dirigenza rossoblù) non ha ottemperato alle promesso fatte.

“Asd Modica Calcio nella persona del Presidente Pietro Bellia e parte dello Staff dirigenziale, insieme e di comune accordo con tutti i giocatori facenti parte della prima squadra – si legge nella nota – comunica con estremo rammarico che domani la stessa, impegnata nel campionato di eccellenza, non si recherà ad Acireale a disputare la gara contro l’Acireale Calcio. La decisione maturata nel pomeriggio di comune accordo tra giocatori e Presidente, sopraggiunge per le ultime disattese promesse da parte dell’Amministrazione Comunale di Modica e in specificato modo da parte della Giunta Comunale con riferimento agli assessorati allo Sport, al Turismo e Cultura con testa il Sindaco Ignazio Abbate. L’Amministrazione Comunale è debitrice nei confronti dell’Asd Modica Calcio di un importo di circa 15.000 euro relativo al progetto “La Scuola Tifa RossoBlu” presentato dalla società ed approvato dalla Giunta con delibera n° 365 del 3/12/2014 (la stessa consultabile anche online presso il sito del Comune di Modica alla voce “delibere”), oltre che a 10.000 euro già promessi verbalmente dal Sindaco Abbate il giorno in cui questa società lo scorso anno salvava titolo e categoria accollandosi più di 80.000 euro di debiti della vecchia dirigenza. La Società aspettava l’approvazione di tale progetto già da diversi mesi ma, il sopraggiungere di imprevisti, ha fatto slittare la sopramenzionata delibera al 3 Dicembre e, sebbene il Sindaco avesse dato più volte rassicurazione che l’Ente Comune di Modica avrebbe onorato l’impegno nel più breve tempo possibile, tali somme non sono state ad oggi ancora erogate. Mercoledì 18 Febbraio il Sindaco in presenza di una delegazione della squadra e della dirigenza, prendeva impegno che le somme stabilite sarebbero state comunque erogate entro la fine del campionato, e che entro il 20 febbraio avrebbe tentato di fare il possibile per far pervenire un importo tale da coprire il completamento delle spettanze del mese di novembre ai giocatori. Ricordiamo alla cittadinanza, agli amanti dello sport, ai tifosi, che questi soldi così come illustrato all’Amministrazione e al Sindaco, sebbene già promessi da inizio campionato, sarebbero oggi serviti a pagare non solo le spettanze rimanenti dei rimborsi spesa ai calciatori per il completamento della mensilità di novembre ma anche il pagamento delle mensilità di dicembre e gennaio così come da arretrato societario nei confronti della squadra. La squadra, palesando al Sindaco l’impossibilità a continuare dopo due mesi e mezzo di rimborsi non percepiti, e non soddisfatta dalle sue vane promesse, raggiunge oggi unanimemente la decisione di non scendere domani in campo contro l’Acireale. Il Presidente Bellia fa presente a tutta la cittadinanza, così come già d’accordo con la squadra, che tali somme facevano parte integrante, sostanziale e fondamentale del budget previsto per la stagione calcistica 2014/15, informando inoltre che la società ad oggi tra iscrizione al campionato, mantenimento e parziale messa in sicurezza del Campo Sportivo “Pietro Scollo”, materiale sportivo e tecnico, rimborsi di 3 mesi e mezzo ai calciatori, vitto e alloggio agli stessi, e pagamenti di parziali trasferte oltre al pagamento del personale tecnico ed ausiliario che ruota all’interno della società, ad oggi ha affrontato spese e debiti pregressi per oltre 80.000 euro, che sommati ai 15.000 euro deliberati e ancora non riscossi dal Comune, e ad altri 15.000 euro esigibili dopo il 10 aprile cosi come da contratto da parte di uno sponsor primario, sarebbero serviti a completare il campionato. Rammaricandosi per tutto ciò, il Presidente Bellia si dichiara oggi dimissionario assieme a parte della dirigenza, informando altresì che nelle prossime ore presenterà alla Lega Nazionale Dilettanti le proprie dimissioni ufficiali, lasciando l’eventuale incarico di condurre la squadra alla restante parte dirigenziale. Dispiaciuto ed amareggiato da un epilogo sicuramente non previsto e soprattutto non voluto il 7/12/13 quando lo stesso accollandosi oltre 80.000 euro di debiti ma salvando titolo e categoria, oggi esce sconfitto non per sua volontà ma per disinteresse evidente delle forze politiche locali nei confronti dello sport, e per tantissime altre attività imprenditoriali oggi presenti all’interno dello Stadio “Pietro Scollo” che non hanno onorato o rinnovato i loro contratti di sponsorizzazione di fondamentale importanza per tale società in quanto, così come dichiarato sin dal primo giorno, la stessa si sarebbe servita totalmente di tali contratti di sponsorizzazione per riuscire anche quest’anno a chiudere il campionato in modo dignitoso”.

Condividi

sono nato a Modica in un giorno che (purtroppo) coincide con una data storica 11 – 9 -1966. Ho studiato all’Istituto Tecnico Commericiale “Archimede” di Modica. Da sempre ho avuto la passione per lo sport e per il calcio in particolare. Dopo aver giocato a livello giovanile nel Modica calcio dopo un brutto infortunio al ginocchio ha pensato di vivere nel mondo dello sport da una diversa angolazione raccontando agli altri quello che succede nei vari campi e nelle varie manifestazioni sportive riuscendo a trasformare un mio hobby in lavoro. Ha iniziato a lavorare come giornalista agli inizi degli anni 80′ (82/83) a Rtm pe rpoi passare a Video Mediterraneo. Tornato a Modica dopo quattro anni a Vignola (Mo) ho ricominciato curando lo sport “minore” a Video Regione per poi passare a VideoUno. Dal 2004 scrivo per il Giornale di Sicilia con belle esperienze nei giornali on line quali Giornale di Ragusa e La Spia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine