Modica, “correvo nella circonvallazione Ortisiana e…”

“Faccio da diversi anni running e quasi sempre svolgo questa attività vicino casa mia ed esattamente alla circonvallazione Ortisiana in quanto abito in una delle cooperative della zona. Ieri sera purtroppo, per via di un fosso presente sulla strada (da premettere che la zona ultimamente scarseggia d illuminazione), mi si è slogata la caviglia e fratturato il quinto metatarso che mi costringerà a rimanere a casa e muovermi con l aiuto delle stampelle”.

A scrivere una lettera che pubblichiamo è un residente della zona.

“In quel momento non correvo ma camminavo a passo veloce per fare un pò di riscaldamento. La mia rabbia oggi sfocia su due aspetti fondamentali il primo che mancano strutture dove poter fare attività sportiva all’aperto senza rischi, anche perché uno dei rischi principali è un eventuale tamponamento con un auto e il secondo le strade che a Modica lasciano molto a desiderare non solo per i mezzi ma anche per le carrozzine e i pedoni. Io da cittadino ho visto il progresso della nostra città grazie alla nuova amministrazione comunale, ma a prescindere da chi sia a gestire questo paese come mi chiedo come mai si investono soldi per cose poco importanti e si investe poco sulla sicurezza delle strade e nella creazione di aree pubbliche dove poter andare a svolgere attività sportive in piena sicurezza? Ho tanta rabbia perché l’incidente si è verificato su un piede dove già anni fa ho avuto due interventi alla caviglia e quindi le preoccupazioni sono tante”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine