Modica, neve a capodanno, disagi tutto l’anno?

Impreparati ad eventi nevosi come quelli della notte di San Silvestro. Questo e’ il parere di molti cittadini e commercianti della città della Contea.

Peppe Barone, chef pluristellato nonché presidente dell’Ascom di Modica e proprietario di due ristoranti a Modica ed a Ragusa, attacca duramente la “macchina” degli aiuti della Protezione Civile e delle Istituzioni preposte, denunciando con un post su Facebook: “Non so se si ha contezza di quanto siano 6 quintali di sale in tale situazione, niente. La notte del 31 si è vista la grande assenza di Protezione civile e simili, come dire prima il panettone e poi il resto. Diciamo che è stata una vergogna,- continua Barone – meno male che non ci sono stati morti e feriti, se no avremmo invocato lo stato di calamità naturale e chiesto risarcimenti vari. Personalmente è stato un incubo tornare a casa ma nelle arterie principali niente e nessuno, nella Ragusa-Modica neanche l’ombra di aiuto per le decine di auto in panne. Stampa latitante nel denunciare la non applicazione del principio di precauzione da parte di chi di dovere.”

Molta gente ha dovuto dormire in auto per l’impossibilità di ritornare a casa, altri più fortunati si sono rivolti ad amici o parenti, ma di certo non si può affermare che è stato semplice fronteggiare l’emergenza neve. Gli aiuti, pare, si siano visti solamente alle prime luci dell’alba, inizialmente con i mezzi della Protezione Civile e poi con qualche mezzo “prestato” al Comune di Modica. C’e’ da dire che le Forze dell’Ordine hanno comunque garantito gli aiuti urgenti necessari, durante la notte di capodanno, ai cittadini che dovevano recarsi in ospedale o in grave pericolo.

“ Una nevicata così intensa non l’avevo mai vista prima” afferma un anziano modicano ultraottantenne.

La nevicata di Capodanno 2015, pur causando disagi e qualche polemica, rimarrà un evento storico e memorabile. 

Già il 30 dicembre il Sindaco del comune di Ragusa, aveva attivato il presidio territoriale della protezione civile per le condizioni meteo avverse concomitanti con la giornata di Capodanno, invitando i cittadini a prestare la massima attenzione negli spostamenti fuori e all’interno della città, di tenere a bordo delle auto le catene e predisponendo la disponibilità dei mezzi “spargisale”.

 

1 commento

  1. Rispondendo al signor Barone al quale nn sono d’accordo con quello che afferma sulla protezione civile comunale di modica.
    Io in prima persona con altri 8 volontari e due mezzi, pale alla mano o anche solo con le mani, siamo stati impegnati per l’emergenza maltempo gia dalle 23:30 del 31/12, initile dire che tutta modica era bloccata tutti dovevano essere aiutati perchè nn esiste il cittadino di categoria A o B, ma la situazione era quella che era, e che nessuno venga a dire che la protezione civile era assente, i VOLONTARI devono essere ringrazioti nn criticati per due semplici motivi:
    1) abbiamo prestato la nostra opera a TITOLO GRATUITO
    2)Abbiamo lasciato amici e famiglie in una giornata di festa per prestare aiuto a chi aveva bisogno, con dedizione, spirito di volontà e amore verso il prossimo.Quindi che nn venga denigrato il volontario e il gruppo Comunale Tutto! Inoltre informo che abbiamo lavorato ininterrottamente dalle ore 23:30 del 31/12 alle ore 03:00 del 02/01/15 senza dormire, senza mangiare, senza avere la possibilità di fare una doccia calda.
    Ricordo pure che tutte le auto che abbiamo soccorso erano spruvviste di catene qundo c’e una legge (se nn ricordo male) che cita di avere le catene a bordo.
    Tanto si doveva
    Ale.

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine