Modica sempre più “capitale del Sud-Est

L’amministrazione comunale di Modica, seppur insediatasi da poco (3 mesi), sta già adottando tutte le misure necessarie per ripristinare l’antico splendore della Contea.

Lo si scorge palesemente dando un’occhiata alle grandi manifestazioni che sta organizzando in questo scorcio di fine estate, ed alle idee pubblicitarie di “prima mano” proposte in questi giorni alla città ed al mondo. Esportare Modica tramite le lattine di una nota bibita gassata, ad esempio, non è una cattiva idea, ma i turisti che verranno a trovarci cosa troveranno?

Magari apprezzeranno il maltrattamento degli animali, come una “Gara degli Asinelli” che, organizzata (dal Comune o dai privati poco importa, atteso che e’ stato dato il patrocinio dell’Ente di Palazzo S. Domenico) all’interno della manifestazione “Gustando Frigintini”, sostituirà degnamente il Palio della Contea (che ogni anno portava migliaia di turisti), soppresso a causa delle legittime istanze presentate dalle associazioni animaliste. Tutti ricorderanno la morte del cavallo avvenuta durante il palio del 2005.

Oppure godranno del “Chocobarocco” che sarà organizzato nell’autunno 2013.

Certamente questi sarà la ciliegina sulla “torta” di una splendida stagione di eventi organizzati per portare turisti in città e nelle frazioni.

Ma se l’autunno inizia il 21 settembre e finisce il 20 dicembre, vuol dire che il Chocobarocco, o la festa del cioccolato già finanziata dalla Regione Sicilia, dovrebbe essere inaugurata prima del prossimo Natale, per cui l’organizzazione dovrebbe esser già partita da settimane, mentre nessuno ancora conosce la data esatta. Ovviamente i turisti non potranno organizzare una visita programmata, ma dovranno tenersi pronti per un probabile Chocobarocco “last minute”.

O forse il Consorzio del cioccolato ed il Comune di Modica si limiteranno ad organizzare una classica sagra del cioccolato, organizzata 10 giorni prima, riservata ai più “intimi” comuni del circondario, escludendo tutto il resto del mondo?

1 commento

  1. è qualcosa di molto ineducativo, anche e sopratutto per le nuove generazioni…cosa impariamo ai nostri nipoti, cugini e figli?! Che ridere e creare spettacolo sui poveri animali, è qualcosa di giusto!?! E’ giusto e doveroso che prima di pensare a far fare 2 risate al pubblico, bisogni pensare anche a chi abbiamo difronte, in questo caso un asinello, famoso per la sua timidezza e oggi tirato in ballo per far divertire la gente!

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine