Morto Carmelo Avola, vittima di un incidente sul lavoro

È morto Carmelo Avola, il muratore ispicese vittima di un incidente sul lavoro, il 18 luglio scorso. Carmelo Avola, 63 anni, ha lottato strenuamente contro la morte, ma una complicazione probabilmente renale ha fatto precipitare il già grave quadro clinico e, per i sanitari dell’ospedale Cannizzaro di Catania (dove l’uomo si trovava ricoverato ormai da tre settimane), non è rimasto altro che costatarne il decesso. L’incidente si era consumato intorno alle ore 12 del 18 luglio, quando Avola perse l’equilibrio e rovinò a terra – dopo un volo di oltre tre metri -, a pancia in giù, privo di sensi. L’uomo, che stava intonacando la parete di un edificio in Corso Vittorio Emanuele, in un primo momento venne trasportato d’urgenza all’ospedale “Maggiore” di Modica. Dopo aver constatato la gravità delle condizioni di Avola, i medici ritennero necessario il trasferimento, in elisoccorso, al Cannizzaro di Catania, dove ha lotatto fra la vita e la morte fino a ieri notte. La salma sarà restituita oggi alla famiglia.
Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine