Movis promuove abiti di sartoria per disabili

L’associazione dei disabili in carrozzina  MoVIS di Vittoria ha presentato un progetto dal titolo Laboratorio Artigianale di Cucito. Il piano è stato presentato l’Assessorato Regionale alla Famiglia e ai Servizi Sociali metterà a disposizione fondi per la realizzazione di progetti avanzati da giovani (in età compresa tra 18 e 36 anni) già costituiti o che si costituiranno in associazione con il bando apq creazioni giovani.  L’idea nasce dall’esigenza di apprendere le basi di un mestiere ormai abbandonato in favore del consumismo e delle dozzinali produzioni industriali. La lavorazione sartoriale oggi è sempre più richiesta, anche perché in via d’estinzione.  L’associazione intende  approfondire la conoscenza delle fondamentali nozioni operative della lavorazione sartoriale da parte delle giovani generazioni, sia per effettuare semplici riparazioni o adattamenti, sia in vista della realizzazione di capi di abbigliamento. “Se a questo aggiungiamo i problemi di vestibilità per le persone affette dalle varie patologie invalidanti, si legge nella nota, che conseguono dalla produzione massificata dei vestiti, appare chiaro come la padronanza delle abilità sartoriali possa risultare un validissimo aiuto anche e soprattutto per loro e le loro famiglie.” I corsi saranno tenuti dall’associata, Mirella Giummarra,  ideatrice del marchio MIR/ÈLE, sartoria d’alto livello. “Ovviamente aspettiamo l’approvazione del nostro progetto da parte degli uffici regionali competenti prima di avviare i corsi, perciò dovremmo incominciare l’anno venturo, per finire al termine del 2014. “

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine