Negozi aperti di domenica? Si grazie

Lo dicono i consumatori. Lo dimostrano i fatti. Lo “ordinano” le lobby locali e internazionali.

E’ domenica 20 ottobre. E’ un bellissimo pomeriggio d’autunno, ci troviamo nel sud della Sicilia, a Ragusa. Il termometro alle ore 18.00, dopo una splendida giornata di sole, segna 21 gradi. Mi trovo a passare, insieme ad amici, vicino ad un centro commerciale. Vedo una fila interminabile di auto che si dirigono verso il parcheggio, gia’ pienissimo. Lo avevo visto cosi’ pieno solo a Natale. Mi chiedo cosa fosse successo.

Se questa mole di traffico l’avessi vista in prossimità di una località balneare, di certo non mi avrebbe sorpreso, dato il bellissimo pomeriggio, ma vederla nei pressi di un centro commerciale, a 20 chilometri dal mare, mi ha incuriosito.

Premetto che io non sono mai stato in un centro commerciale di domenica, per una questione di principio, ma anche perche’ ho sempre pensato che il mio jeans, piuttosto che la camicia, li posso acquistare tranquillamente durante la settimana.

Chiedo agli amici che viaggiavano insieme a me se gli andasse di fare un giro al centro commerciale. La risposta  è stata affermativa, all’unisono.

Bene. Ci incanaliamo anche noi nel caos. Dopo aver parcheggiato a circa 500 metri dall’ingresso del centro commerciale, entriamo. Centinaia di persone(forse migliaia) entravano ed uscivamo. File pazzesche alle casse. La prima domanda postami e’:”Ma al TG  non hanno detto che c’e’ crisi?” e poi ancora: ”Ma forse regalano qualcosa?”

No, non vi era  niente di regalato. Fatto sta che i negozi erano pieni e la gente, quasi come posseduta, acquistava con apparente ingordigia qualsiasi cosa avesse un cartellino con su scritto “Offerta Speciale”.

Dopo venti minuti sono uscito ed ho atteso i miei amici in auto.

Ecco spiegatomi il perche’ dell’ostinazione dei “grandi” negozi ad aprire  tutti i giorni dell’anno. Ecco perche’ non chiuderanno mai piu’ la domenica.

La richiesta dei consumatori (domanda) prevale sulle istanze di poche decine “commesse” che devono recarsi comunque a lavorare,  anziche’ passeggiare lungo i corridoi del centro commerciale. In barba al contratto nazionale del lavoro, magari, che regola i turni ed i riposi domenicali, ma che pochi datori di lavoro rispettano.

E’ evidente che gli interessi economici della GDO (Grande Distribuzione Organizzata) prevalgono su quelli dei piccoli negozi a gestione familiare.

Quindi la domenica, anziche’ andare a passeggiare sul lungomare di Marina di Ragusa, piuttosto che a Sampieri, si va al Centro commerciale. E’ un dato di fatto che sancisce una regola.

 

4 COMMENTI

  1. Che tristezza sapere che un centro commerciale l’abbia vinta contro una passeggiata sul lungomare. La crisi c’è, ma non per tutti?
    -E’ un dato di fatto che sancisce una regola.- Come asserisci tu Giorgio. E domani, quando i nostri figli cercheranno di ricordare come trascorrevano le domeniche pomeriggio, con un sorriso plastico penseranno alle musiche assordanti dei centri commerciali.

  2. il contratto di lavoro da 1 giorno di riposo settimanale nn è scritto da nessuna parte ke quel giorno debba essere la domenica, anzi, dato ke la domenica viene considerata festività la giornata viene pagata con 1 percentuale maggiore

    • Il contratto di lavoro nazionale prevede che si possano lavorare 12 gg consecutivi festivi o no…. PROVA!!! Poi ne riparliamo! E magari se prima di sentenziare vi informate e vi calate anche nella realtà di queste PERSONE saranno commenti più sensati.

    • il contratto nazionale di lavoro (o quello che ne resta) sancisce che la settimana lavorativa del commercio va da lunedi a sabato con riposo di domenica salvo eccezioni (periodoi particolari dell’anno). Per i contratti di nuova generazione, porcate colossali che i Cgil e Cisl hanno permesso andando a braccetto coi padroni, è concesso tutto, c’è lo scempio dei diritti estremo. Se si lavorano 12 giorni comunque si ha diritto a 2 giorni di recupero compensativo(che non si fanno mai ovvio)!

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine