“Noi Carcerati”, la vergogna corre su Facebook contro Polizia, Carabinieri e… (FOTO)

Da tempo ci occupiamo dei boss 2.0, sottolineando come in rete corra davvero di tutto (LEGGI ARTICOLO).

Boss spacconi, mafiosi senza ritegno, ‘ndranghetisti che cercano di intimidire, camorristi sbruffoni.

Tutti a voler dare di sé l’immagine di forza e potenza ma solo dietro la tastiera di un pc, dietro a Facebook, dietro ad Istragam, dietro – insomma – a social network che ne possano accrescere la voglia di protagonismo. 

In verità sono solo guappi di cartone, vere e proprie inutilità sociali, mafiosetti da quattro soldi.

Ed eccoci arrivare ad una pagina Facebook che dovrebbe indignare e che, convivenza civile imporrebbe, di segnalare e far chiudere

La pagina si chiama “Noi Carcerati”, ha decine di migliaia di fan e basta visitarla per comprendere come sia davvero assurdo tutto ciò che viene pubblicato.

C’è davvero di tutto, come potrete vedere c’è chi ai domiciliari usa tranquillamente Facebook. Chi preferisce il carcere, chi vuole mostrare il proprio “braccialetto elettronico”.

Ovviamente, da sottolineare il fatto che nessuno ai domiciliari potrebbe utilizzare internet, meno che meno Facebook.

Ed invece…invece insulti e minacce, pistole e proiettili. Con nomi e cognomi che potrete leggere.

Vi lasciamo alle foto, le incredibili foto con insulti ai pentiti, alle Forze dell’Ordine, ai Giudici. Di tutto e di più.

Guardatele bene e se la vostra coscienza si indignerà, segnalate la pagina per farla chiudere.

Va bene la libertà di espressione ma gli insulti e le minacce a chi, come i Giudici e le Forze dell’Ordine, rischiano la vita ogni giorno, questo no. Proprio no. Augurare la morte, proprio no.

Che poi, tornando al discorso iniziale…leoni dietro il pc, poi appena scoperti misere nullità!

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine