Omicidio a Vittoria, ucciso Giovanni Russo. Alex Ventura si costituisce: è l’omicida

Omicidio a Vittoria, la vittima dell’omicidio avvenuto in serata a Vittoria, nel Ragusano, è Giovanni Russo del 1994. Il luogo del fatto è via Colle D’Oro. 

Omicidio nel Ragusano, si costituisce il responsabile: è Alex Ventura

Si è consegnato ai carabinieri che erano già sulle sue tracce, accompagnato dal suo legale, l’avvocato Matteo Anzalone, il presunto autore dell’omicidio di Giovanni Russo, 23 anni, avvenuto ieri a Vittoria (Ragusa). Alex Ventura, 29 anni, non ha inteso rispondere alle domande della sostituta procuratrice di turno, Ottavia Polipo. Alla caserma dei carabinieri di Vittoria, l’uomo è stato sottoposto a fermo e poi trasferito in carcere a Ragusa. Entro 48 ore sarà sentito dal gip per la convalida del fermo. Ancora nessun elemento sul movente l’omicidio. La vittima è stata colpita alla testa.

Alex Ventura è il nipote di Filippo (capomafia del clan Ventura e GBattista (suo reggente nel periodo di libertà).

Omicidio a Vittoria, Sallemi (FDI): “Episodio grave e inquietante”

“Di certo l’omicidio avvenuto a Vittoria sconvolge e inquieta sia per le modalità efferate sia per la giovane età della vittima e dell’omicida, il quale si è costiuito nelle ore successive al fatto. Attendiamo i doverosi approfondimenti della magistratura e degli inquirenti per poter comprendere meglio il quadro in cui si è sviluppato questo grave fatto di sangue. In Commissione Antimafia ho già sollevato il tema legato a una recrudescenza del crimine organizzato a Vittoria e i pericoli legati a tale situazione sul territorio. Tutte le istituzioni devono tenere la guardia alta in questa particolare fase storica e sono convinto che la comunità abbia gli anticorpi per reagire anche grazie all’azione dello Stato che deve essere ferma e decisa”.

Così il senatore Salvo Sallemi di Fratelli d’Italia sull’omicidio avvenuto nella serata di ieri a Vittoria.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine