Omicidio di Corrado Vizzini, Polizia di Pachino arresta quattro persone

Corrado Vizzini

Gli agenti del Commissariato di Pachino, a seguito di complessa quanto celere attività d’indagine, nella scorsa notte, eseguivano un fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica di Siracusa per 4 persone per l’omicidio di Corrado Vizzini, gravemente ferito da quattro colpi d’arma da fuoco in un agguato verificatosi a Pachino la sera del 16 marzo scorso e deceduto nella mattinata di ieri all’ospedale di Avola dove era stato ricoverato.

Si tratta di Massimiliano Quartarone, Sebastiano Romano, Giuseppe Terzo e Stefano Di Maria. La polizia ha eseguito stanotte il provvedimento di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura di Siracusa.

Vizzini, 55 anni, è morto ieri mattina all’ospedale Di Maria di Avola dove si trovava ricoverato dopo l’agguato subito mentre rientrava nella sua abitazione: era stato centrato da quattro proiettili degli 8 esplosi dai killer. Le indagini, dirette dal sostituto procuratore Gaetano Bono e coordinate dal procuratore Fabio Scavone, avrebbero accertato che il commando avrebbe pianificato l’agguato nei minimi dettagli: due avrebbero agito come vedette per comunicare gli spostamenti di Vizzini e altri due sarebbero gli esecutori materiali dell’omicidio. I motivi del delitto sono da ricercare probabilmente nell’ambito di una battaglia tra gruppi contrapposti per il controllo delle attività illecite, tra cui lo spaccio di droga. Il 9 febbraio scorso alcuni colpi di fucile furono esplosi dietro la porta di casa di Quartarone, che avrebbe deciso quindi di vendicarsi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine