Omicidio di Maria Zarba, i figli nominano legale: “Parte civile contro il padre Giuseppe Panascia”

I quattro figli di Maria Zarba, la donna uccisa a Ragusa l’11 ottobre scorso, hanno dato mandato all’avvocato Fabrizio Cavallo del Foro di Catania.

“Mi hanno conferito il mandato per rappresentarli sia in fase di indagini preliminari – conferma il legale – sia nella fase della costituzione di parte civile contro loro padre, Giuseppe Panascia, unico indagato per omicidio volontario aggravato ai danni dell’ex moglie”.

Il legale ha già sollecitato una nuova attività di indagine che ritiene possa dare ulteriori elementi  ai fini della ricostruzione del delitto.

I quattro figli della donna, anche alla luce delle disposizioni del gip, Ivano Infarinato che ha convalidato il fermo del padre ed ha disposto la custodia cautelare in carcere sono convinti della sua colpevolezza.

La salma della donna resta a disposizione dell’autorità giudiziaria per ulteriori accertamenti sulla dinamica dell’uccisione in cui verranno coinvolti il perito della Procura, Giuseppe Iuvara, il consulente della difesa, Vincenzo Cilia e il gabinetto della Scientifica. I funerali della donna sono stati rinviati a data da destinarsi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine