Omicidio di Peppe Lucifora, l’autopsia: “tramortito e soffocato”

E’stata depositata giovedì la relazione relativa all’autopsia effettuata sul corpo di Peppe Lucifora, 57 anni, cuoco presso l’azienda sanitaria di Ragusa e appassionato di storia locale e tradizioni. Su incarico della Procura di Ragusa – le indagini sono coordinate dal sostituto Francesco Riccio – gli esami vennero effettuati dal medico legale Giuseppe Iuvara e dal tossicologo forense Pietro Zuccarello. Secondo quanto emerge, Lucifora è stato assassinato da un  soggetto che lo ha colpito con violenza tanto da fargli perdere i sensi e lo ha poi soffocato strangolandolo con la mano destra. Il legale della famiglia della vittima, Ignazio Galfo ha richiesto una copia forense del tablet per effettuare alcuni accertamenti di parte. Tutti e tre i fratelli di Lucifora risultano parti offese. Intanto le indagini affidate ai carabinieri proseguono nella ricerca del responsabile dell’omicidio, non ancora individuato. Non è stato ritrovato ancora il telefono di Lucifora e la chiave che chiudeva la stanza dentro la quale è stato rinvenuto il cadavere dell’uomo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine