Omicidio Loris, il Capo della Polizia, Pansa: “La comunità di Santa Croce deve parlare”

“Quella di Santa Croce Camerina, nel Ragusano “e’ una piccola comunita’ che deve ‘sbottonarsi'” e da li’ potrebbe venire un sostanziale passo in avanti nelle indagini per risalire all’autore dell’omicidio del piccolo Andrea Loris Stival”.

A parlare di piccola comunita’ che deve svelare qualcosa di se’ e’ il capo della polizia, prefetto Alessandro Pansa, a margine dei lavori di “Progetto Ipa Balcani” in corso alla scuola superiore di polizia e presieduti dal ministro dell’Interno Angelino Alfano, alla presenza dei ministri omologhi di Serbia, Albania, Montenegro, Bosnia Erzegovina, ex Repubblica Jugoslava di macedonia e Kosovo.

Parlando delle indagini un corso nel Ragusano, Pansa ha detto “bisogna fare le cose con calma e bene, cosi’ da avere la soluzione certa”.

Il capo della polizia ha anche aggiunto “stiamo attenti a non creare mostri”, sottolineando anche che a proposito dell’ipotesi pedofilia “non e’ che da un giorno all’altro un pedofilo cala dall’alto in quella realta’”, riferendosi appunto al fatto che si tratti di una piccola comunita’ e lasciando presupporre che qualcosa in quel centro la gente sappia gia’ da tempo.

Sul posto stanno operando gia’ da domenica sera investigatori dello Sco insieme a specialisti della Scientifica fatti arrivare da Roma, ha aggiunto Pansa, dicendosi fiducioso e sottolineando la presenza in quel territorio di magistrati e investigatori di eccellenza che vi operano. 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine