Omicidio Lucifora, Riesame conferma: Davide Corallo resta in carcere

La quinta sezione penale del Tribunale di Catania ha rigettato la richiesta di Riesame avanzata dai legali Orazio Lo Giudice e Piter Tomasello, difensori di Davide Corallo, il carabiniere sospeso dal servizio, in carcere del 15 giugno per l’omicidio del cuoco modicano Peppe Lucifora, avvenuto nella notte tra il 10 e 11 novembre scorso. L’uomo era finito in carcere con ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Ragusa su richiesta della Procura iblea, alla luce dei gravi indizi di colpevolezza raccolti dal Ris di Messina e dai carabinieri di Modica che avevano refertato tracce riconducibili a Corallo nell’appartamento in cui è stato ucciso Lucifora, compatibili con orario della morte e alcune incongruenze nelle testimonianze raccolte. Il Riesame ha confermato quindi l’ordinanza impugnata dai legali di Corallo e il presidente estensore, Gabriella Larato ha fissato in 45 giorni il termine per il deposito delle motivazioni. 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine