#Palermochiamaitalia e a Vittoria vandali in azione nella scuola che si preparava a partecipare: la telefonata della ministra Azzolina

Furto di computer utilizzato per la didattica ed ennesimo atto vandalico alla scuola Portella della Ginestra.di Vittoria, perché la scuola in questo anno scolastico è stata presa di mira altre 6 volte. “La Commissione straordinaria condanna fortemente l’ulteriore gesto criminale, sinonimo di una sottocultura pregna di violenza e di nessun rispetto per la Scuola e le Istituzioni”, dichiara il Commissario Straordinario Filippo Dispenza. Ignoti, in pieno pomeriggio, si sono introdotti all’interno della scuola Portella della Ginestra appiccando il fuoco ad una finestra dell’auditorium. Hanno poi scardinato la porta del laboratorio linguistico ed hanno rubato un computer portatile, utilizzato per la formazione degli studenti, il tutto mentre insegnanti e alunni si preparavano a  partecipare alla manifestazione #PalermoChiamaItalia, l’iniziativa dedicata alla memoria delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio, organizzata ogni anno dal Ministero dell’Istruzione e dalla Fondazione Falcone. “Chi ha messo in atto quest’azione non ha rispetto né verso se stesso e né verso la propria comunità! La scuola è un’istituzione destinata all’educazione e all’istruzione dei giovani di Vittoria ed esprime un insieme di conoscenze, di  valori e di regole, finalizzate alla formazione dei buoni cittadini e consente la creazione di un’identità culturale fondamentale per l’affermazione di valori necessari per società fondate sul rispetto reciproco, sul rispetto delle leggi e delle regole, sulla ricerca del bene comune”. La commissione si dice amareggiata “nel dover constatare che qualcuno non conosce l’importanza della scuola come istituzione. Portella della Ginestra, in questo momento particolare, causato dal Covid-19, per permettere ai propri studenti di seguire regolarmente le lezioni da casa, ha consegnato loro 250 tablet e pc in comodato d’uso, garantendo anche la connettività informatica. Siamo veramente dispiaciuti per l’atto ignobile che ferisce tutta la comunità”.

A stretto giro è arrivata la solidarietà e la vicinanza delle Istituzioni.Filippo Dispenza, commissario che con Gaetano D’Erba e Giovanna Termini guida il Comune di Vittoria è stato contattato dalla ministra Lucia Azzolina e dal capo dipartimento del Miur, Giovanna Boda. “Sono stato chiamato dalla ministra che ha voluto, non appena appresa la notizia, esprimere lo sdegno per quanto accaduto – dichiara Dispenza -, e la vicinanza sua e delle strutture ministeriali alla nostra comunità. La ministra ha rimarcato il suo impegno nel sostegno delle iniziative e dei progetti educativi di inclusione sociale e di lotta alla criminalità sia presenti sia futuri. Dello stesso tenore anche la chiamata del capodipartimento, la dottoressa Boda, vicina sempre alle esigenze che le abbiamo rappresentato”. Nel frattempo, con fondi del Dipartimento di Pubblica sicurezza, è in itinere l’installazione di sistemi di videosorveglianza che riguarderanno anche la scuola in questione. “Naturalmente ho informato il prefetto di Ragusa, Filippina Cocuzza, e il questore Giuseppina Agnello; dopo un iter burocratico complesso conto che a breve, già dalla prossima settimana, queste telecamere possano essere installate nella scuola di Portella della Ginestra”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine