La Passalacqua Ragusa prende forma; in biancoverde arriva Debora Gonzales

Ragusa – La Passalacqua Spedizioni Ragusa sempre più attiva sul mercato per costruire un roster di tutto rispetto per il prossimo campionato di serie A1 femminile di basket che le vice campionesse d’Italia vogliono vivere ancora da assolute protagoniste.

La dirigenza biancoverde sta cercando con oculatezza le atlete che possono fare la differenza e dopo i colpi annunciati da qualche giorno, ne ufficializzano un altro di grande spessore.

L’anno prossimo in cabina di regia con Gaia Gorini, infatti, ci sarà la playmaker argentina con passaporto italiano Debora Gonzales (nella foto) che in Italia ha vestito la maglia di Pozzuoli e nelle ultime tre stagioni quella del Cus Chieti.

La nuova atleta biancoverde arriva a Ragusa con uno score di tutto rispetto. Nella stagione appena andata in archivio, infatti, Debora Gonzales ha avuto una media punti di 13,4 a partita con un minutaggio medio di 35’
e una percentuale del 42% nei tiri da due, 31% da tre e 78% di tiri liberi.

L’arrivo in biancoverde di Gonzales conferma le ambizioni di una società che sta facendo ancora tantissimi sacrifici per confermarsi tra le migliori squadre della massima serie anche per la prossima stagione.

“Per quanto riguarda il mercato – spiega il presidente Gianstefano Passalacqua – sono soddisfatto di quello che siamo riusciti a fare finora. Sulla carta dovremmo avere qualcosa in più rispetto allo scorso anno, soprattutto in centimetri, ma anche in capacità di cambiare gioco in corsa, anche se queste sono ovviamente considerazioni tecniche che spettano al coach che ha studiato la composizione del roster a tavolino. Dobbiamo purtroppo sostituire Malashenko e Williams – continua il massimo dirigente ragusano – e in questo senso dobbiamo fare le migliori scelte possibili. Si tratta di due colpi importanti che non possiamo permetterci di sbagliare. Invito fin da ora tutti gli appassionati – conclude il presidente della aquile biancoverdi –  a confermare l’attaccamento alla squadra sottoscrivendo l’abbonamento prima della nazionale, non solo perché si ha la possibilità di acquistare un abbonamento che dà la possibilità di assistere alle due partite delle Azzurre, ma anche perché è un segnale importante che si dà alla dirigenza”.

Condividi
sono nato a Modica in un giorno che (purtroppo) coincide con una data storica 11 - 9 -1966. Ho studiato all'Istituto Tecnico Commericiale "Archimede" di Modica. Da sempre ho avuto la passione per lo sport e per il calcio in particolare. Dopo aver giocato a livello giovanile nel Modica calcio dopo un brutto infortunio al ginocchio ha pensato di vivere nel mondo dello sport da una diversa angolazione raccontando agli altri quello che succede nei vari campi e nelle varie manifestazioni sportive riuscendo a trasformare un mio hobby in lavoro. Ha iniziato a lavorare come giornalista agli inizi degli anni 80' (82/83) a Rtm pe rpoi passare a Video Mediterraneo. Tornato a Modica dopo quattro anni a Vignola (Mo) ho ricominciato curando lo sport "minore" a Video Regione per poi passare a VideoUno. Dal 2004 scrivo per il Giornale di Sicilia con belle esperienze nei giornali on line quali Giornale di Ragusa e La Spia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine