Pausa nazionali, ma non troppo!

Ancora una volta gli  dei del pallone sono magnanimi. La domenica senza pallone di serie A, ci ha regalato un sole ed un mare che “manco ad agosto”, così che trascorrerla appieno in spiaggia  era d’obbligo oltre che molto piacevole. Archiviata una giornata da polisportiva on the beach, dai tamburelli alle bocce, dal calcio tennis alla partitella al tramonto, ho fatto in tempo a seguire il posticipo della serie B, tra padova e palermo.

Entrambe le squadre erano alla ricerca della prima vittoria, e soprattutto Gattuso sentiva già la pressione da ultima spiaggia, specie se si considera che Zamparini  pratica la caccia(ta) dell’allenatore come passione principale. Dopo un inizio prevedibilmente contratto, per via di queste aspettative da primo appuntamento, il Palermo ha preso le misure e sempre in contropiede è riuscito a passare, due volte nel primo tempo e poi nel finale nonostante fosse rimasto in dieci. Al di là della pochezza del Padova di ieri sera, per Ringhio una bella vittoria e una sana boccata di ossigeno.

pagellone. 3° giornata di B

Avellino, Trapani voto 8.

Rivelazioni del campionato fino adesso. L’ Avellino vince ancora e raggiunge la capolista Empoli, fermata sull’ 1 a 1 dalla matricola terribile Trapani. Inizio spettacolare e gustoso manco fosse un cous cous di pesce per le vie di Favignana. Speranze settembrine!

 

Reggina, Siena e Palermo voto 7.

Serviva una scossa per queste tre grandi, che stentavano a carburare. Ognuna di loro vince segnando tre reti e scrollandosi di dosso l’ansia da prestazione. Ci si attende tanto e fino a ieri le tifoserie erano rimaste parecchio deluse, quasi come l’inutilità di un ritardante della durex, dopo tre negroni sbagliato.  Elisir d’amore!

 

Pescara Novara e Brescia voto 6.

Affette da pareggite acuta, smuovono la classifica, che in serie b si sa è sempre cortissima. Anche un punticino striminzito quindi, può fare la differenza e infuocare il morale. Nota di cronaca per l’eterno Caracciolo, airone del Brescia; ancora a segno nonostante abbia l’esultanza più brutta del campionato e solo solo per questa cosa dovrebbero impedirgli di marcare le aree di rigore. Questione di stile!

 

Bari Cesena voto 4.

I primi depressi dai punti di penalità, da una squadra che non gira a dovere , da una tifoseria troppo arrabbiata e dallo scandalo scommesse, si abbandonano all’ultima piazza senza quasi lottare. Lenta agonia!

Il Cesena invece, dopo le prime due vittorie, incappa in una inattesa sconfitta interna contro il non trascendentale Lanciano. gli è già venuto il braccino corto? si prevede strigliata di Bisoli in settimana con conseguente aumento dell’inquinamento acustico in città. Urlando contro il cielo!

 

#tresonolecosedellasettimana :

#ilmaredisettembre ; #ringhiopane&panelle  ; #bisolidipaura

 

 

Ps: domani la nazionale potrebbe già staccare il biglietto per il Brasile. un imboccaallupo a Prandelli e ai suoi, che la forza di Bobo Vieri vegli sulle caviglie di  Gilardino (e non solo sulla sua ragazza), e il codino di Baggio inspiri Balotelli o almeno tutti quelli che per una sera non lo fischieranno. alè

Condividi
Vivo a sudditunisi, dopo aver girato l'Italia per un po'. Sono zio di una regina degli elfi, tifo l'Inter dai tempi in cui perdevamo sempre, ma eravamo invincibili. Voto il Pd quasi per lo stesso motivo. Scrivo di pallone, ma ho un libro nel cassetto dal titolo goloso. Alè.

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine