“Ecco perché difendo Stamina: il sorriso e la speranza di quei bambini”

Dopo aver seguito il caso di Sofia, decisi assieme ad una mia carissima amica di creare una pagina per supportarli, aiutarli, consolarli nel nostro piccolo, assieme anche all’aiuto di amici fidati dal cuore immenso. Così nacque “Si al metodo Stamina”.

E’ Mario Michael Trentino, ragazzo di Ramacca (Catania) “tutto cuore” e di appena 24 anni che, a differenza di tanti suoi coetanei che non capiscono neanche quale siano le vere difficoltà della vita, è da sempre impegnato nel sociale, a difesa di chi sta peggio.

“ Ho sentito parlare per la prima volta del metodo Stamina per caso, nella trasmissione televisiva “Le Iene”, dove si parlava della piccola Sofia, di soli tre anni e mezzo, affetta da una malattia grave, la leucodistrofia metacromatica.

[sociallocker] Giulio Golia assieme a tutto lo staff delle Iene, si erano presi a cuore questa storia, assieme ad altri personaggi noti dello spettacolo, cercando di far sentire la voce della bambina e dei genitori attraverso loro. I genitori avevano deciso di fare un appello al Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, affinchè la piccola potesse riprendere le cure a base di cellule staminali, visto che avevano avuto degli effetti positivi. Ma il giudice di Firenze – racconta Mario – gli aveva negato questa speranza, avevano visto che stava migliorando, decidendo così di interrompere tutto prima che la bimba guarisse”.

Così Mario Michael Trentino spiega la sua versione: “Tanti altri bambini potevano usufruire di questa cura.. Non si sapeva ancora bene il perchè Il ministro della Salute avesse bloccato tutto, lei la riteneva una “cura potenzialmente pericolosa”, un discorso alquanto controverso, visto che le cure sulla piccola Sofia stavano andando bene, ma se la piccola stava morendo, non era molto più pericoloso allora abbandonarla al proprio destino? La piccola fino ad un anno e mezzo era normale, ma nel giro di 6 mesi si è ammalata, rimanendo paralizzata, perdendo la vista, vomitava in continuazione e non riusciva più a deglutire.. dopo al prima infusione la piccola aveva iniziato a muovere le dita dei piedi e delle mani, deglutiva e aveva smesso di vomitare.. Dopo una dura lotta il Ministro Renato Balduzzi, gli aveva permesso di continuare le cure fino allo stop della Lorenzin”.

Mario racconta di “essersi ampiamente documentato”.

Non sapevo nulla di Stamina, mi sono poi documentato ed ho letto che era un controverso trattamento medico, ideato da Davide Vannoni e proposto dalla Stamina Foundation, da lui presieduta, assieme al vicepresidente Marino Andolina. Si è data troppa importanza ai problemi e alle vicende personali di Vannoni – commenta Mario – piuttosto che pensare e mettere al centro dell’attenzione i malati e i bambini che aspettavano invano le cure. Penso che ognuno di noi ha il diritto alla vita e a come potersi curare e nessuno può impedirlo, solo Dio è il padrone assoluto delle nostre vite e non degli esseri umani e mi rivolgo al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che si permettono di negare le cure dovute ai pazienti, spezzando così delle vite come è già successo, solo per sporchi interessi personali, facendo ruotare il tutto sul “dio denaro”. Così sono morti il piccolo Manuele Costantino, la piccola Rita Lorefice, e tanti altri”.

STAMINALI: VANNONI,IN FORSE SPERIMENTAZIONE DOPO NO MINISTEROInfine un “ringraziamento speciale”. “Volevo ringraziare due esseri speciale, andati via dalla propria isola per combattere per tutte le persone malate, Sandro e Marco Biviano, che ormai da tanti mesi abitano in una tenda e con la loro forza e determinazione non si arrendono mai, vivono nell’indifferenza di tanti, troppi politici, che piuttosto di tendergli una mano, di aiutarli, passano dritto senza distogliere il loro sguardo. . Fatevi un esamino di coscienza – conclude Mario Michael Trentino -, non negate la speranza a chi ne ha bisogno.  Ricordatevi che se al posto di quei bambini ci fossero i vostri figli, smuovereste mari e monti per poterli curare, quindi ravvedetevi…”.

LE POESIE DI MARIO:

Lottatori per la vita

(Per Marco, Sandro Biviano e tutti i genitori e bambini che lottano per la vita, a tutti i miei amici di Stamina)

Avete visto il passare delle stagioni,
avete sentito lo schiaffo del vento,
avete visto il cielo azzurro trasformarsi in piombo,
avete visto Angeli arrivati da tutto il mondo per aiutare la gente,
avete parlato ai cuori ma senza risposte,
ascoltato le brutture di un mondo che non sa vedere e sentire,
il sole generoso bacia i vostri volti e quei corpi ritorti chiusi in carrozzelle,
vi siete imbattuti in disagi grandi , trovando conforto nell’amore degli altri,
avete vissuto momenti in cui vi trovavate in un labirinto,
camminando camminando non c’erano altro che muri,
muri di indifferenza, di odio e di omertà,
quasi come disperati, senza vie d’uscita,
ma all’uscita ad un tratto ecco la luce,
c’è sempre l’arcobaleno per ciascuno di noi, prima o poi…

 

Volando via ..( per la piccola Rita Lorefice, Mario Michael Trentino)rita lorefice pupazzo

I tuoi occhioni grandi brillavano e trasmettevano amore,
sarai il ricordo più bello racchiuso in ogni cuore,
sei stata vittima di un mondo infame ed ingiusto,
il fiore più bello strappato nel giardino della vita,
non pensavo che per gli Angeli come te non c’è spazio sulla Terra,
le anime pure e candide, Dio le vuole accanto a sè,
perchè esse abbelliscono di luce la sua dimora….

 

Cure negate, Vite spezzate (per tutti i miei amici di Stamina, Mario Michael Trentino)

Vite spezzate come rami di alberi,
genitori appesi alla speranza, brutalmente negata,
innocenti creature hanno atteso invano,
menti distorte dalla realtà ed assassine hanno deciso il loro destino,
per indifferenza, interessi materiali, uno sgarbo, tutto è finito,
ed è arrivata la morte…
Erano boccioli appena schiusi, tramontati in un cordoglio senza fine..

Fragile Souls (Anime Fragili, Mario Michael Trentino)..

Sguardi rivolti al passato, portano ricordi indelebili chiusi nella mente,
creano corazze per apparire forti, duri ed invincibili,
sentimenti contrastanti dentro li affliggono,
come se volessero emergere per raccontare chi sono,
un’anima fragile si dona senza pretese,
bussa silenziosamente ai cuori senza far rumore,
col suo dolce tocco accarezza e consola,
si piega ma non si sposta,
affronta il presente temendo il domani,
ascolta la voce degli indifesi, frasi silenziose che nessuno nota, senza mai tacere,
un’anima fragile non ha rancore, attenua le sofferenze e gli dona amore…

[/sociallocker]

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine