Pressing per riaprire il Tribunale di Modica: “quello di Ragusa non è antisismico”

Nel giorno dell’anniversario del terremoto del Val di Noto dell’11 gennaio del 1693 e memori della forte scossa tellurica dello scorso 22 dicembre che ha interessato il Ragusano, torna a farsi sentire il Comitato pro Tribunale di Modica che chiede nuovamente con forza che si riutilizzi il Tribunale di Modica, antisismico e moderno ma chiuso, al posto del Tribunale di Ragusa, a detta del comitato, non antisismico e con diverse criticità. Attualmente è in corso di svolgimento una perizia che riguarda il Tribunale di Ragusa e non solo, in merito alla staticità, uno studio commissionato dal Comune di Ragusa proprietario dell’immobile. “Chiediamo quello che abbiamo chiesto sette anni fa, quando è entrato in vigore il decreto legislativo 155 del 2012 che in Sicilia ha soppresso i Tribunali di Modica, Mistretta e Nicosia, senza tenere conto che il Tribunale di Modica dispone di una struttura moderna ed antisismica che è stata inaugurata nel 2004 con 12 milioni di euro impegnati. Questa struttura – dice il portavoce del Comitato, l’avvocato Enzo Galazzo – fermo restando il Tribunale di Ragusa come ufficio giudiziario e sede provinciale, può essere utilizzata a servizio, in favore del tribunale accorpante. Il tribunale di Modica con ampiezza disponibilità, locali e parcheggi è nelle condizioni di integrare le esigenze del Palazzo di giustizia di Ragusa che ha dovuto ospitare sette anni fa non soltanto le sopravvenienze del Tribunale di Modica ma anche quelle della sezione staccata di Vittoria”. Intanto a Ragusa l’amministrazione comunale continua a muoversi per dare nuova sede al Tribunale di Ragusa. E’stato prorogato al 15 febbraio l’avviso pubblico connesso al ‘contratto di disponibilità o altre forme di Partenariato Pubblico Privato (PPP) per l’acquisizione, il completamento e la messa a disposizione dell’Amministrazione comunale di Ragusa di “Palazzo Tumino” al fine di destinarlo a cittadella giudiziaria, uffici della Guardia di finanza e uffici comunali’. Su questa eventualità, il portavoce del Comitato Pro Tribunale di Modica, Enzo Galazzo, non si sbilancia. “Non entriamo assolutamente nel merito di una ipotesi di questo genere che appartiene esclusivamente alla legittima disponibilità e progettualità dell’amministrazione locale. Diciamo semplicemente che sino a quanto ipotesi di questo genere o di altro genere non confliggono con le ipotesi di utilizzo almeno parziale del Tribunale di Modica – conclude l’avvocato Galazzo -, che ciascuno faccia nel suo territorio ciò ritiene, se invece questi conflitti dovessero nascere, ovviamente dovremo esercitare le nostre prerogative”. Nel corso della conferenza stampa è stato sottolineato che da anni il Tribunale di Ragusa attende la messa in opera della scala antincendio ancora non presente.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine