Primo morto nel ragusano con coronavirus: è 71enne

Originario di Ragusa ma da tempo viveva a Varese. L’uomo, 71 anni che soggiornava a Marina di Ragusa assieme ad alcuni famigliari, era stato ricoverato il 22 marzo scorso al Maggiore di Modica, Covid hospital, dove era giunto in condizioni definite sub critiche.

Era stato trasferito in terapia intensiva a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni.

Allo stato attuale in provincia di Ragusa ci sono 28 positivi (8 ricoverati tra cui l’anziana rientrata da Pavia che versa ancora in gravi ma stabili condizioni); tra questi, 20 sono in isolamento domiciliare, 4 i guariti. L’Asp ha effettuato anche due tamponi di verifica a due anziani morti in una casa di riposo. L’esito degli esami è stato negativo.

L’Asp di Ragusa informa che da lunedì, secondo le indicazioni dell’Assessore  Regionale della Salute, informato costantemente della situazione della Provincia, avranno inizio i prelievi dei tamponi alle persone in isolamento che singolarmente saranno chiamate e con la loro auto se disponibili potranno recarsi a Ragusa per effettuare il tampone senza scendere dall’auto.

“Questo consentirà di velocizzare le procedure, effettuare più tamponi e dedicare il personale per le visite a domicilio per le persone più fragili e non autonome. Raccomandiamo, in previsione di un aumento dei casi in tutta la Regione e anche nella provincia di Ragusa – scrive l’Asp -, di rispettare rigidamente le regole”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine