Processo Stato-mafia, “piano trattativa”. I Pm ‘acquisire dichiarazioni del generale Giorgio Cancellieri

L’accusa ha chiesto di acquisire le dichiarazioni rese dal generale di brigata Giorgio Cancellieri il 15 gennaio 1993, giorno in cui tenne la conferenza stampa al comando regione carabinieri Sicilia in seguito all’arresto del boss Salvatore Riina.

In particolare i pm si sono concentrati sulle dichiarazioni fatte a parte di Cancellieri, all’epoca comandante regionale, nel corso di una affollatissima conferenza stampa in cui era presente anche il neo procuratore Giancarlo Caselli, oltre al colonnello Mori: “La personalita’ di Riina e’ nota. Fa parte… direi della letteratura della mafia, a lui sono riconducibili – avrebbe detto – tutta una serie di gravissimi e reiterati episodi di criminalita’ nell’Isola, nell’intera nazione e anche fuori dallo Stato. Fenomeni che, hanno aggredito, nei gangli vitali la popolazione, il cittadino comune, qualsivoglia attivita’ produttiva, con attacchi ripetuti contro le istituzioni statali”.

Ma il passaggio fondamentale per i Pm palermitani e’ il seguente: “E questo in un piano anche, chiamandolo in termini militari, strategico, addirittura potrebbe avere dell’inaudito e dell’assurdo, di mettere in discussione l’autorita’ istituzionale. Quasi a barattare, a istituire una trattativa per la liquidazione di una intera epoca di assassini, di lutti, di stragi in tutti i settori della vita civile nazionale”.

La trascrizione della registrazione e’ stata acquisita presso il Centro di produzione di Radio Radicale (alla fine di agosto) ma la delega di indagini della Dda alla Procura prevede la ricerca e acquisizione delle immagini e degli articoli di stampa dell’epoca.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine