Ragusa “segnali” preoccupanti, Vittoria a passo spedito, Modica si “rialza”

Weekend “pallonaro” che regala un altro boccone amaro al Ragusa che nel campionato di serie D incappa nella seconda sconfitta consecutiva (la prima tra le mura amiche) che lo fanno scivolare nelle retrovie della classifica. Per i ragazzi di Gianfranco Bellotto dallo stadio “Aldo Campo” arrivano segnali preoccupanti che non lasciano dormire “sonni tranquilli” alla tifoseria. Niente di grave, ci mancherebbe (siamo solo alla terza giornata), ma bisogna subito invertire la rotta per evitare brutte sorprese sperando magari in qualcosa di positivo nelle ultime ore di mercato e soprattutto, sperare che i transfert degli atleti stranieri arrivino al più presto per dare maggiore spessore alla squadra e più scelte al tecnico che cerca di arrabattarsi con quello che ha disponibile. Ieri con la Nuova Gioiese, le “Aquile Azzurre” hanno provato a prendere il volo, ma hanno sprecato molto sotto rete e hanno concesso qualcosa di troppo ai loro avversari che prima hanno “rischiato” il raddoppio e poi di essere riacciuffati al fotofinish. Se Ragusa piange, Vittoria e Modica in Eccellenza possono sorridere e guardare avanti con serenità. I biancorossi ipparini, ieri, hanno compiuto l’impresa della giornata andando a violare il “Nicola De Simone” di Siracusa. “Giustizieri” dello Sport Club, che forse non pensava di trovare tutte queste difficoltà nel massimo campionato regionale, Frittitta e Casisa che hanno evidenziato le lacune aretusee, sulle quali Pidatella (che in estate ha preferito Siracusa al Vittoria) dovrà lavorare sodo per evitare che il progetto societario naufraghi sin da subito. Il Vittoria c’è e si gode meritatamente la vetta della classifica lanciando un segnale alle big che dovranno fare i conti con D’Agosta e compagni se vogliono ambire al salto di categoria. Bene anche il Modica di Seby Catania che, ieri al “Pietro Scollo” si è sbarazzato con il più classico dei punteggi della SSD Acireale che pur essendo in fase di “ricostruzione” ha tenuto soltanto per un tempo rischiando molto in difesa e producendo pochissimo in attacco dove il solo Okolie non poteva bastare per impensierire l’attenta retroguardia rossoblu. Un successo tonificante per Buscema e compagnia che ora dovranno dare un seguito alla buona prestazione di ieri a partire già da sabato quando saranno di scena a Mascalucia sponda San Pio X Catania.

Condividi
sono nato a Modica in un giorno che (purtroppo) coincide con una data storica 11 - 9 -1966. Ho studiato all'Istituto Tecnico Commericiale "Archimede" di Modica. Da sempre ho avuto la passione per lo sport e per il calcio in particolare. Dopo aver giocato a livello giovanile nel Modica calcio dopo un brutto infortunio al ginocchio ha pensato di vivere nel mondo dello sport da una diversa angolazione raccontando agli altri quello che succede nei vari campi e nelle varie manifestazioni sportive riuscendo a trasformare un mio hobby in lavoro. Ha iniziato a lavorare come giornalista agli inizi degli anni 80' (82/83) a Rtm pe rpoi passare a Video Mediterraneo. Tornato a Modica dopo quattro anni a Vignola (Mo) ho ricominciato curando lo sport "minore" a Video Regione per poi passare a VideoUno. Dal 2004 scrivo per il Giornale di Sicilia con belle esperienze nei giornali on line quali Giornale di Ragusa e La Spia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine