Reddito cittadinanza: truffa da un milione di euro nel Ragusano

Finanza Ragusa

Hanno percepito il “reddito di cittadinanza’ pur non avendone i requisiti e truffando lo Stato per un milione di euro. Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ragusa, hanno scoperto 165 soggetti di nazionalità straniera, che hanno percepito il sostegno al reddito non avendone diritto. Le evidenze sono emerse a seguito di controlli effettuati in collaborazione con l’INPS, sulla sussistenza dei requisiti per la fruizione del “reddito di cittadinanza”. La concessione del sostegno economico, misura di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza ed all’esclusione sociale, è infatti subordinata ad una serie di requisiti, tra i quali quello dell’obbligo della residenza in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in modo continuativo. L’indagine ha accertato la irregolarità delle posizioni per 165 soggetti stranieri, che hanno percepito indebitamente il Reddito di cittadinanza, per un ammontare di oltre 1.000.000 di euro: in prevalenza, sono persone provenienti dalla zona maghrebina dell’Africa e dalla penisola balcanica. Un meccanismo relativamente semplice basato su autocertificazione e la situazione fa emergere che il 95 per cento delle posizioni analizzate a campione ha fatto emergere le irregolarità. Nella operazione non risultano coinvolti studi di consulenza o professionisti locali.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine