I rimedi naturali per l’ansia!

La velocità e la frenesia che caratterizzano i ritmi della vita attuale sembrano già di per sé dei buoni motivi per instaurare o aggravare uno stato ansioso; considerando inoltre la generale competitività lavorativa e l’incalzante richiesta di efficienza e di informazione, si può a ragione ritenere che ben pochi si possano ritenere esenti da qualche sintomo tipico dell’ansia.

Impazienza, intolleranza, irrequietezza, difficoltà di concentrazione o attenzione esagerata al dettaglio, ma anche timori ingiustificati, sensazione di imminente pericolo o veri e propri attacchi d’angoscia sono alcuni aspetti di questa vasta e articolata sintomatologia.

E non si tratta solo di sintomi psichici: sono moltissime le manifestazioni somatiche dell’ansia.

Possono infatti esserci tremori, dolori muscolari, incapacità a stare fermi, faticabilità.

La manifestazione somatica dell’ansia può comportare alcuni sintomi che possono far pensare a malattie circolatorie o nervose o far supporre una intossicazione come ad esempio: pallore o rossore, sudorazione, vertigine, sensazione di formicolio alle mani o ai piedi, battito cardiaco accelerato o palpitazioni, il “nodo alla gola”, lo stomaco chiuso, l’insonnia.

Il “cambiamento” predispone all’ansia

In realtà, l’organismo dell’ansioso sta in questo modo segnalando un’eccessiva e troppo prolungata richiesta di prestazioni: questi sintomi sono il tentativo del corpo di mantenere un equilibrio per quanto non ottimale.

Ecco perchè è spesso controproducente eliminare in modo troppo brusco queste manifestazioni che rappresentano pur sempre la possibilità di incanalare l’angoscia sottostante, la quale può avere un’origine esistenziale. In effetti, vi sono delle età particolarmente soggette alle manifestazioni ansiose: la pubertà, il passaggio dall’adolescenza alla giovinezza e poi all’età adulta, i repentini cambiamenti di stato sociale ( l’inizio o la fine degli studi, il matrimonio, il divorzio l’inizio o la fine della vita lavorativa….) o biologici (gravidanza, menopausa) mettono a dura prova le capacità di adattamento dell’individuo , rendendolo più fragile e quindi maggiormente predisposto a questo tipo di difese.

Come curare l’ansia con la fitoterapia

L’ansia è forse l’occasione in cui è più abituale ricorrere all’aiuto delle erbe medicinali. Il patrimonio di erbe utili in questi casi è vastissimo e ogni trattamento può essere efficacemente personalizzato in base alle caratteristiche dei sintomi avvertiti e a quelle del soggetto stesso.

IN CASO DI SINTOMI NEURO-VEGETATIVI (di solito digestivi o circolatori) sarà utile somministrare piante che accanto a una azione rilassante esplichino anche un’attività antispasmodica a livello intestinale.

Tra queste troviamo:la MELISSA(disturbi digestivi,palpitazioni,sensazione di svenimento,insonnia) la CAMOMILLA(ipereccitabilità, irritabilità, disturbi digestivi, insonnia)

il BIANCOSPINO( tachicardia, palpitazioni)

la LAVANDA (spasmi digestivi, palpitazioni)

la MENTA ( irritabilità,vertigini)

la PASSIFLORA (spasmi, sindromi psicosomatiche intestinali)

la CARDIACA (eretismo cardiaco, vampate, ipertensione)

il TIGLIO ( disturbi digestivi, preoccupazioni,rimuginazioni).

Ognuna di esse può essere impiegata sotto forma di tintura madre ( 30 gocce in 2-3 d’acqua per 2/3 volte al dì), oppure sola o miscelata con altre a seconda dell’effetto che si vuol ottenere, sotto forma di tisana (1 cucchiaio raso per 200 ml di acqua bollente infuso per 15 minuti filtrare e bere 2/3 tazze al dì)

IN CASO DI ANSIA CHE PRODUCA CONTRATTURE MUSCOLARI, TREMITI, IPER-

 

-MOTILITA’, saranno utili piante che agiscano come rilassanti muscolari.

Troviamo ancora:

la MELISSA (iper-reattività, respiro affannoso)

la LAVANDA , L’AGNOCASTO (ipereccitabilità,incapacità a rilassarsi)

la MENTA( tremori, vertigini)

la SALVIA( tremori,vertigini,astenia)

Le indicazioni per l’uso e le dosi sono uguali a quelle riportate sopra.

IN CASO DI ANSIA CHE PRESENTA TENSIONE PSICHICA, occorrono piante ad azione sedativa. Sono utili in questo caso:

la PASSIFLORA( insonnia, ipereccitabilità emotiva)

la CAMOMILLA( iper-reattività agli stimoli insoliti e alle contrarietà)

la MELISSA( sensazione di oppressione, agitazione interna)

il MELILOTO( ansietà, insonnia)

l’IPERICO( ansia accompagnata da depressione)

il TIGLIO( sensazione di vertigine,preoccupazioni, ossessioni)

IN CASO DI ANSIA ACCOMPAGNATA DA IPERECCITABILITA’ CARDIACA( palpitazioni, lieve accelerazione del ritmo) saranno utili:

macerato glicerinato di BIANCOSPINO nella dose di 50 gocce 1 volta al dì

per una terapia di fondo macerato glicerinato di TIGLIO nella dose di 50 gocce per 2 volte al dì.

Se oltre all’ansia è presente una sensazione di spossatezza, si può ricorrere al macerato glicerinato di BETULLA VERRUCOSA nella dose di 30 gocce per 2/3 volte al dì.

ALCUNI ACCORGIMENTI RELATIVI ALL’ALIMENTAZIONE

I cibi assolutamente da evitare ma con gradualità, sono ovviamente gli alimenti cosìddetti “nervini”: caffè, tè, cioccolato, cacao, coca-cola, guaranà e le sostanze stimolanti in generale.

Le carni rosse sono potenzialmente eccitanti, mentre quelle bianche, ricche di triptofano, hanno un effetto rilassante.

Gli alimenti da preferire sono: pane, pasta, riso, lattuga, pere, mele, albicocche, banane, pesche, latte.

Condividi

Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico “Tommaso Campailla” di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo.
“Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: “Passaggio a Sud Est”. Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l’Agenzia Giornalistica “AGI” ed altre testate giornalistiche”.

1 commento

  1. Buonasera scusatemi per questa domanda ma tutte le erbe che avete scritto allinizio si devono prendere tutte insieme.. grazie aspetto vostre risposte..

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine